Il rally delle materie prime alimenta i timori d’inflazione

congiuntura

Grazie alla ripresa e ai piani di aiuto antipandemia, le quotazioni dei metalli e delle commodites salgono - Aumentano così le preoccupazioni riguardo al rincaro del livello generale dei prezzi, già sollecitato dagli stimoli monetari e fiscali

Il rally delle materie prime alimenta i timori d’inflazione
Shutterstock

Il rally delle materie prime alimenta i timori d’inflazione

Shutterstock

Il prezzo delle materie prime lievita e contribuisce, insieme alla valanga di moneta creata dalle banche centrali, ad accendere l’inflazione: benvenuta per alcuni, temuta da altri, oggetto di dibattito circa la sua natura momentanea o strutturale. Ma i timori d’inflazione inducono gli operatori a spingere ulteriormente i prezzi, considerato che le materie prime sono anche una buona protezione contro inflazione e conseguente svalutazione monetaria. L’indice composito Reuters/Jefferies CRB segna +22% da inizio anno e +70% negli ultimi 12 mesi e ci si interroga se un superciclo delle commodity abbia preso avvio, soppiantando quello azionario.

A determinare la crescita pressochè generalizzata concorrono diversi fattori, sia di natura congiunturale sia strutturale. Il periodo della pandemia ha determinato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2

    Finanze, la Svizzera torna alla normalità

    pandemia

    Fondamentale per affrontare l’emergenza sanitaria è stata la buona salute delle finanze del paese prima dello scoppio della crisi - La parola alla direttrice dell’Amministrazione federale delle finanze D’Amelio-Favez

  • 3

    Se un buon espresso rischia di costare caro

    a tavola

    Le quotazioni del caffè galoppano spinte sia dalla ripresa della domanda sia dalla minore offerta - Pesano le catastrofi climatiche e le strozzature della logistica - Secondo gli analisti tra pochi mesi lo scontrino al bar potrebbe diventare più salato

  • 4
  • 5

    Flussi finanziari dell’UE sotto stretta vigilanza

    Giustizia

    La neonata Procura europea (EPPO) con sede in Lussemburgo è diretta da Laura Codruta Kövesi e ha lo scopo di indagare su corruzione, frodi e riciclaggio di denaro nei Paesi membri - Tramite i suoi 22 procuratori nazionali monitora anche i fondi del Recovery

  • 1
  • 1