Il traino dell’Estremo oriente e il chiaroscuro occidentale

focus

Nella classifica del World economic forum sulla competitività Singapore è salita al 1. posto e Hong Kong al 3. - Gli USA sono scesi al 2. gradino del podio e in campo europeo solo Olanda e Svezia hanno guadagnato terreno - IL GRAFICO

Il traino dell’Estremo oriente e il chiaroscuro occidentale
©WEF

Il traino dell’Estremo oriente e il chiaroscuro occidentale

©WEF

Nel rapporto 2019 del World economic forum (WEF) sulla competitività mondiale a occupare i primi dieci posti sono gli stessi Paesi dell’anno scorso, ma con un ordine diverso. Ci sono da registrare i passi avanti di Singapore (dal 2. al 1. posto), Hong Kong (dal 7. al 4.), Olanda (dal 6. al 4.), Svezia (dal 9. all’8.); dall’altra parte il calo della Germania (dal 3. al 7.) e le discese più lievi di Stati Uniti (dal 1. al 2.), Svizzera (dal 4. al 5.), Giappone (dal 5. al 6.), Regno Unito (dall’8. al 9.); unico Paese stabile nella top ten: la Danimarca (10. posto). Se si guarda al punteggio ottenuto, peraltro, si vede che l’Olanda è rimasta allo stesso livello dell’anno scorso e che la Svezia è un po’ scesa: entrambe hanno usufruito del calo di altri Paesi; la Danimarca ha invece guadagnato punti,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1