Il virus fa slittare il WEF, e ora si guarda a giugno

Il grande rinvio

A causa del SARS-CoV-2 il World Economic Forum nel 2021 non si terrà nel periodo tradizionale di fine gennaio - L’intenzione degli organizzatori è di tenere l’evento nella prossima estate

Il virus fa slittare il WEF, e ora si guarda a giugno
© Keystone/Gian Ehrenzeller

Il virus fa slittare il WEF, e ora si guarda a giugno

© Keystone/Gian Ehrenzeller

L’incontro annuale di Davos del World Economic Forum nel 2021 non si terrà in gennaio, come usualmente avviene. Il contesto determinato dal coronavirus ha portato infatti il WEF ad annunciare un rinvio dell’evento, che dovrebbe svolgersi nella cittadina grigionese all’inizio della prossima estate. Il WEF annuale, che ha celebrato l’anno scorso la sua 50. edizione, si è tenuto sempre a Davos tranne una volta, nel 2002, quando si svolse a New York, dopo gli attentati alle Torri Gemelle del settembre 2001. Sempre e comunque si era però sin qui svolto a gennaio, appunto.

Ma il quadro per quel che riguarda l’andamento del virus nel mondo ha convinto gli organizzatori che non è possibile tenere l’evento in gennaio in modo sicuro, come indicato d’altronde dagli esperti. «La decisione non è stata facile,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1