«L’economia svizzera sta entrando in recessione»

Coronavirus

Lo sostiene il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo, che prevede una contrazione del prodotto interno lordo nei primi due trimestri

«L’economia svizzera sta entrando in recessione»
Il politecnico di Zurigo. © CdT/Archivio

«L’economia svizzera sta entrando in recessione»

Il politecnico di Zurigo. © CdT/Archivio

Piegata dall’impatto del coronavirus, l’economia svizzera sta entrando in recessione: lo sostiene il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF), che prevede una contrazione del prodotto interno lordo (Pil) nei primi due trimestri. Nel secondo semestre vi potrebbe invece essere un effetto di rimbalzo. Questo se va bene, nell’ottica degli economisti: se va male il Pil potrebbe contrarsi di oltre il 2% sull’arco del 2020.

Nei primi sei mesi dell’anno si registrerà un forte calo dei consumi privati, ha indicato oggi il KOF nell’ambito delle sue tradizionali previsioni, che sono state peraltro anticipate (dovevano essere pubblicate il 26 marzo). Le aziende investiranno di meno, mentre la chiusura di scuole e frontiere recherà danno alla produzione. Praticamente tutti i rami economici saranno toccati.

Nel secondo semestre vi sarà però un recupero, che potrebbe permettere di chiudere l’anno in positivo, seppur di poco: il Pil è atteso in progressione dello 0,3%, a fronte di una crescita dello 0,9% realizzata nel 2019 e del 2,8% l’anno prima. Nell’ultima stima - risalente a dicembre - il KOF scommetteva ancora su +1,8%

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1