La congiuntura britannica tiene malgrado la Brexit

Londra

Nel terzo trimestre la crescita del PIL è stata dello 0,3% - Evitata la recessione

La congiuntura britannica tiene malgrado la Brexit
Il clima economico resta positivo, malgrado i rischi di un’uscita disordinata dall’UE. © Shutterstock

La congiuntura britannica tiene malgrado la Brexit

Il clima economico resta positivo, malgrado i rischi di un’uscita disordinata dall’UE. © Shutterstock

La Gran Bretagna evita la recessione: una buona notizia per il Governo conservatore in vista delle elezioni del 12 dicembre. L’economia britannica è cresciuta dello 0,3% nel trimestre giugno-settembre, secondo i dati resi noti ieri dall’Ufficio nazionale di Statistica (Ons). Gli analisti avevano previsto un aumento dello 0,4%.

Nel trimestre precedente c’era stato un calo dello 0,2%, quindi un altro segno negativo avrebbe portato la Gran Bretagna in recessione tecnica. Grazie allo scampato pericolo, la sterlina ha subito guadagnato l’1% sul dollaro ed è salita ai massimi da sei mesi sull’euro.

Qui finiscono le buone notizie: i dati dell’Ons dimostrano infatti che l’economia britannica sta crescendo al ritmo più lento da quasi dieci anni, indebolita dalle incertezze su Brexit che hanno frenato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1