La Germania alla presidenza dell’UE e le carte per il rilancio economico

Focus

Il Governo guidato da Angela Merkel punta a estendere la solidarietà in questa fase, senza rinunciare alla strategia del rigore - I tre terreni principali: i piani contro gli effetti del coronavirus, la gestione della Brexit, i rapporti commerciali con gli Stati Uniti e la Cina

 La Germania alla presidenza dell’UE e le carte per il rilancio economico
©EPA

La Germania alla presidenza dell’UE e le carte per il rilancio economico

©EPA

È da molti considerato come un fattore positivo il fatto che sia la Germania, e quindi il Governo guidato da una Angela Merkel ben in sella a dispetto delle previsioni su una sua caduta, ad avere in questo semestre la presidenza dell’UE. Una presidenza di turno, da luglio a dicembre in questo caso, non può certo decidere l’intero destino dell’Unione europea. Ma può, questo sì, contribuire autorevolmente in questa fase post virus ad orientare in modo utile quest’area, che rimane il principale partner economico per la Svizzera. Tra i molti dossier economici sul tavolo, tre fra principali sono la difesa e il rilancio contro gli effetti del coronavirus, la gestione concreta di una complicata Brexit, i rapporti commerciali con USA e Cina.

Strumenti per la ripresa

Le accuse sulla mancanza di solidarietà,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1