La pandemia provoca un calo storico dei passeggeri

TRASPORTI

Il valore del 2020, ovvero 13,3 miliardi di persone-chilometri, è quello più basso registrato da 19 anni a questa parte – Per il trasporto merci il calo rispetto al 2019 si è limitato al 3%

La pandemia provoca un calo storico dei passeggeri
© CdT/ Chiara Zocchetti

La pandemia provoca un calo storico dei passeggeri

© CdT/ Chiara Zocchetti

La pandemia di coronavirus ha causato l’anno scorso una forte diminuzione delle persone e delle merci trasportate su rotaia. Le prestazioni di trasporto di passeggeri sono scese del 39% rispetto all’anno precedente, il maggiore calo mai rilevato finora.

Il valore del 2020, ovvero 13,3 miliardi di persone-chilometri, è quello più basso registrato da 19 anni a questa parte, ha comunicato oggi l’Ufficio federale di statistica (UST).

Meglio, seppure in flessione, se l’è cavata il trasporto merci per il quale il calo rispetto al 2019 si è limitato al 3%. Nel 2020, sulla rete ferroviaria svizzera sono state fornite prestazioni di trasporto per 9,8 miliardi di tonnellate-chilometri nette. Non se ne erano più registrate così poche dal 2012, sottolinea l’UST.

Per quanto riguarda le vittime di incidenti che hanno visto coinvolti i trasporti pubblici, l’anno scorso sono morte 27 persone, due in più del 2019, indica la nota, precisando che il maggior numero di decessi è stato registrato nel traffico ferroviario (17), seguito dai trasporti pubblici stradali (9) e dalle funivie (1). Nella maggior parte dei casi, tuttavia, le vittime non erano passeggeri, bensì collaboratori dell’impresa di trasporto o terze persone, viene aggiunto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    Evergrande e banche centrali pesano sulle Borse mondiali

    Mercati

    Il nuovo crollo del titolo del colosso cinese si ripercuote sui listini di Hong Kong e del resto del mondo - Attesa per le decisioni della Fed - Cribari : «Pechino ha una lezione da insegnare: la garanzia dello Stato non è scontata»

  • 2

    Piazza finanziaria ticinese penalizzata a causa dell’italiano?

    berna

    Secondo una domanda al Consiglio federale di Fabio Regazzi la Finma ci mette molto di più a evadere le pratiche che riguardano gli operatori basati in Ticino - Ueli Maurer però nega che ci sia una discriminazione linguistica – Paolo Bernasconi: «Così perdiamo attrattività»

  • 3

    Evergrande affonda in Borsa

    merati azionari

    Il secondo sviluppatore immobiliare cinese oberato da 305 miliardi di dollari di debiti deve entro giovedì trovare 83,5 milioni di dollari per ripagare le cedole delle obbligazioni con scadenza marzo 2022

  • 4
  • 5

    La Germania ha tenuto sui conti ed è rimasta la locomotiva europea

    Focus economia

    Anche il bastione tedesco è stato inevitabilmente colpito dal virus, ma le cifre 2020-21 confermano la forza di fondo – Angela Merkel lascia in eredità, dopo aver guidato Governi per 16 anni, molti elementi di solidità e di stabilità anche a livello economico

  • 1
  • 1