La Turchia veleggia verso un 2022 difficile

mercati emergenti

Mentre l’inflazione galoppa oltre il 36% e il valore della lira è in caduta libera, la banca centrale persiste nella politica dei tassi bassi - Calich (M&G): «Le misure del governo contro il carovita potrebbero non bastare»

La Turchia veleggia verso un 2022 difficile
©AP/Francisco Seco

La Turchia veleggia verso un 2022 difficile

©AP/Francisco Seco

Cosa sta succedendo in Turchia? Il carovita, che da mesi galoppa, continua a mettere sotto pressione la lira turca, che in un anno ha perso circa la metà del suo valore contro dollaro. Il presidente Recep Tayyip Erdoğan, dai cui ordini dipende anche l’agire della banca centrale, è tuttavia contrario ai rialzi dei tassi d’interesse, sostenendo che essi causerebbero inflazione invece di controllarla (come insegna la dottrina economica classica). Secondo Erdogan, i tassi d’interesse bassi dovrebbero stimolare gli investimenti, la produzione e quindi sostenere l’occupazione. Inoltre il deprezzamento della lira turca dovrebbe attirare gli investimenti stranieri, stimolare le esportazioni a scapito delle importazioni e bilanciare il deficit delle partite correnti, il che dovrebbe abbassare l’inflazione....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2
  • 3

    Bitcoin in forte calo, in due mesi vale la metà

    investimenti

    Mercato delle criptovalute sotto forte pressione in tandem con i listini azionari e il comparto tecnologico - Pesano i timori sulle prossime mosse della Fed nonchè le tensioni geopolitiche, dal Kazakhstan alla Russia

  • 4

    Inflazione, i motivi dell’aumento e i numeri che più contano

    L’analisi

    Rimbalzo economico e strettoie nei rifornimenti hanno contribuito, ma c’entrano anche banche centrali e transizione energetica – I rincari nel mondo sono andati oltre e ora andrebbero frenati – Attenzione però ai dati: per un quadro completo occorrono le medie annuali

  • 5

    L’ex CEO di Raiffeisen Pierin Vincenz a processo da martedì

    Giustizia

    Sul banco degli accusati compariranno anche il consulente finanziario ed ex numero uno di Aduno Beat Stocker, 61 anni, e cinque coimputati - Vincenz e Stocker sono accusati di truffa per mestiere, appropriazione indebita, falsità in documenti, amministrazione infedele e corruzione passiva

  • 1
  • 1