«La vera euforia irrazionale deve ancora arrivare»

Borse

Secondo Burkhard Varnholt, Chief Investment Officer del Credit Suisse (Svizzera), le azioni ora sono care ma non siamo ancora in una situazione di bolla

«La vera euforia irrazionale deve ancora arrivare»
Wall Street dai minimi dello scorso anno ha guadagnato il 75% circa. E ora? ©AP/Richard Drew

«La vera euforia irrazionale deve ancora arrivare»

Wall Street dai minimi dello scorso anno ha guadagnato il 75% circa. E ora? ©AP/Richard Drew

«La vera euforia irrazionale deve ancora arrivare»
Burkhard Varnholt.

«La vera euforia irrazionale deve ancora arrivare»

Burkhard Varnholt.

I listini stanno correndo. Come valutare la situazione? Lo abbiamo chiesto a Burkhard Varnholt, Chief Investment Officer di Credit Suisse (Svizzera).

Le Borse sono ai massimi. Dal crollo registrato a inizio 2020, l’indice Dow Jones è salito ormai del 75%. Lei ritiene che le azioni siano ora care?

«Naturalmente sono care. Ma questo non è un buon indicatore per il timing. E comunque: crede che le obbligazioni siano a buon mercato? Non penso proprio. Tuttavia, la storia insegna che tutti i picchi azionari sono stati accompagnati da obbligazioni convenienti. In altre parole: la vera euforia irrazionale non è alle nostre spalle, ma verosimilmente deve ancora arrivare. Potrebbero però passare anni prima che succeda – nessuno lo può prevedere. Attualmente nella nostra gestione patrimoniale abbiamo allineato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    FFS ancora sofferenti a causa della pandemia

    MOBILITÀ E COVID

    La perdita semestrale è di 30 milioni di franchi in più rispetto al 2020 e l’indebitamento è cresciuto notevolmente – Molti pendolari hanno continuato a lavorare da casa – Ma l’ex regia federale è fiduciosa che la ferrovia nel lungo termine tornerà a crescere in modo sostenuto

  • 2
  • 3

    La spina nel fianco del Dragone

    Domande e risposte

    Evergrande, il gruppo immobiliare cinese sull’orlo del fallimento, ha destabilizzato i mercati finanziari mondiali - Ma non si tratta di un caso isolato: nel Paese di mezzo sull’onda della speculazione si è costruito troppo - Il Partito vuole frenare la bolla

  • 4
  • 5

    Stretta di Amazon contro le false recensioni positive

    e-commerce

    Il gigante ha bandito in modo permanente dalla piattaforma oltre 600 marchi cinesi per comportamento scorretto e ripetuto - Una stretta necessaria per una delle più grandi azienda di vendite online che in quest’ultimo anno e mezzo di pandemia ha visto crescere a dismisura un business che si basa anche sulla reputazione

  • 1
  • 1