Le Borse di nuovo ai massimi, la corsa è stata troppo veloce?

Mercati

Tavola rotonda organizzata dall’Associazione bancaria ticinese con alcuni esperti sul futuro delle Borse - Molti motivi alla base dell’euforia, fra cui gli interventi statali e i bassi tassi di interesse - Opinioni a confronto sulle previsioni

Le Borse di nuovo ai massimi, la corsa è stata troppo veloce?
Dopo il rally iniziano a sorgere gli interrogativi, la corsa non è stata troppo veloce?  © AP/Nicole Pereira

Le Borse di nuovo ai massimi, la corsa è stata troppo veloce?

Dopo il rally iniziano a sorgere gli interrogativi, la corsa non è stata troppo veloce?  © AP/Nicole Pereira

Recentemente anche la Borsa svizzera, con un certo ritardo rispetto ad altri listini, ha messo a segno il record storico. I mercati internazionali sono quindi tornati ai massimi, proprio in un momento economico segnato dalla pandemia. Questa euforia è giustificata? È la domanda alla quale ha cercato di rispondere l’Associazione bancaria ticinese (ABT), organizzando una tavola rotonda proprio su questo tema. Il dibattito, moderato da Franco Citterio, direttore dell’ABT, ha coinvolto tre esperti del settore finanziario: Stefano Ambrogi, capo dell’Investment Advisory della Banca Julius Bär di Lugano; Fabio Bossi, delegato della Banca nazionale per la Svizzera italiana, e Antonio Mele, professore di finanza all’USI e ricercatore dello Swiss Finance Institute.

Stefano Ambrogi ha esordito spiegando...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2

    Finanze, la Svizzera torna alla normalità

    pandemia

    Fondamentale per affrontare l’emergenza sanitaria è stata la buona salute delle finanze del paese prima dello scoppio della crisi - La parola alla direttrice dell’Amministrazione federale delle finanze D’Amelio-Favez

  • 3

    Se un buon espresso rischia di costare caro

    a tavola

    Le quotazioni del caffè galoppano spinte sia dalla ripresa della domanda sia dalla minore offerta - Pesano le catastrofi climatiche e le strozzature della logistica - Secondo gli analisti tra pochi mesi lo scontrino al bar potrebbe diventare più salato

  • 4
  • 5

    Flussi finanziari dell’UE sotto stretta vigilanza

    Giustizia

    La neonata Procura europea (EPPO) con sede in Lussemburgo è diretta da Laura Codruta Kövesi e ha lo scopo di indagare su corruzione, frodi e riciclaggio di denaro nei Paesi membri - Tramite i suoi 22 procuratori nazionali monitora anche i fondi del Recovery

  • 1
  • 1