Le Borse e la loro ampia trincea
contro gli effetti del coronavirus

Focus

Ci sono ancora turbolenze ma dalla caduta di febbraio-marzo c’è stata una risalita notevole per dimensioni e rapidità
I mercati tengono conto dei rischi esistenti però puntano su una ripresa economica in grado di superare i danni dei mesi scorsi

Le Borse e la loro ampia trincea<br />contro gli effetti del coronavirus
Virus e contrasti USA-Cina frenano gli investitori (qui sopra Francoforte) ma la fiducia nel rimbalzo economico per ora è più forte. ©AFP

Le Borse e la loro ampia trincea
contro gli effetti del coronavirus

Virus e contrasti USA-Cina frenano gli investitori (qui sopra Francoforte) ma la fiducia nel rimbalzo economico per ora è più forte. ©AFP

Ieri la giornata delle Borse è stata inevitabilmente turbolenta, sull’onda dei dati sulla forte contrazione dei PIL degli USA e di altri Paesi nel secondo trimestre. Ma l’indice borsistico mondiale in dollari (Msci Acwi) era prima dell’inizio della giornata attorno ai 280 punti, cioè allo stesso livello di inizio anno. Rispetto al picco di febbraio pre coronavirus, attorno ai 290 punti, l’indice era sotto solo di circa il 4%. In rapporto al livello di fine luglio 2019, che era attorno ai 260 punti, l’indice era in progresso del 5-6%. Dopo la caduta di febbraio-marzo dovuta in larga misura all’esplosione del virus, con l’indice mondiale che era arrivato a perdere sino a oltre il 30% rispetto al picco citato, le Borse hanno quindi registrato una risalita consistente e rapida. Aver recuperato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    Migliora la fiducia dei consumatori

    svizzera

    Le aspettative sull’andamento generale dell’economia sono aumentate rispetto al minimo storico di aprile, ma non quelle sul mercato del lavoro

  • 2

    Malgrado il calo, la Interroll ha resistito bene al lockdown

    S.Antonino

    Nel primo semestre fatturato sceso dell’11,9% a 263,4 milioni, ma in valute locali solo del 4,8% - Utile salito del 3,1% - Zumbühl: «Abbiamo imparato dalle crisi precedenti e non abbiamo assunto molto durante la crescita. Ora personale stabile»

  • 3

    Lavoro, le prospettive rimangono negative

    svizzera

    Lo segnala l’indicatore dell’occupazione calcolato dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) - Nell’industria nonché nel settore alberghiero e della ristorazione non ci sono stati miglioramenti e c’è da attendersi un ulteriore taglio di impieghi

  • 4
  • 5

    Apple torna ad essere l’azienda più ricca del mondo

    economia

    Alla chiusura delle contrattazioni la casa di Cupertino ha fatto registrare un valore di mercato pari 1.840 miliardi di dollari, contro i 1.760 miliardi del colosso petrolifero Saudi Aramco che era rimasto in cima al podio fin dal suo debutto sul mercato lo scorso anno

  • 1
  • 1