Lidl: salari su dell’1%

Commercio al dettaglio

Lo 0,45% sarà impiegato per aumenti generali, il rimanente 0,55% verrà utilizzato per ritocchi individuali e strutturali

Lidl: salari su dell’1%
© CdT/Archivio

Lidl: salari su dell’1%

© CdT/Archivio

Presso Lidl la massa salariale crescerà quest’anno dell’1%: lo 0,45% sarà impiegato per aumenti generali, mentre il rimanente 0,55% verrà utilizzato per ritocchi individuali e strutturali. Le nuove buste paga saranno introdotte in marzo.

L’intesa è stata raggiunta nell’ambito delle trattative fra direzione della catena di supermercati, da una parte, nonché il sindacato Syna e la Società svizzera degli impiegati del commercio (SSIC) dall’altra, emerge da un comunicato congiunto odierno.

«Per noi è molto importante mantenere nel lungo termine il potere di acquisto dei nostri collaboratori e dimostrare così ancora una volta che siamo un datore di lavoro affidabile e innovativo», afferma il capo del personale di Lidl Svizzera Marco Monego, citato nella nota.

Lidl affronta così una problematica cruciale per i dipendenti lanciando al contempo un segnale importante per tutto il settore, gli fa eco Xenia Wassihu, esponente della SSIC, che dice di accogliere «molto positivamente» l’aumento semi-generale della massa salariale.

Su questo punto interviene anche Marco Geu, segretario centrale per la vendita al dettaglio presso Syna: «Lidl Svizzera è l’unica impresa di commercio al dettaglio a garantire nel 2020 un aumento della massa salariale semi-generale: questo è esemplare! Unitamente al miglior contratto collettivo del settore, Lidl è ben equipaggiata per affrontare un altro anno di successo per i collaboratori e l’azienda».

Il contratto collettivo di lavoro (CCL) di Lidl, esistente dal 2011, sarà rinnovato a decorrere dal primo marzo di ulteriori quattro anni e con migliori condizioni di assunzione. Garantisce salari minimi di 4100 franchi (per 13 mensilità) per dipendenti non qualificati, di 4200 franchi per collaboratori con 2 anni di formazione e di 4350 franchi per coloro che hanno 3 anni di formazione. La settimana lavorativa è di 41 ore, il congedo maternità è di 18 settimane con continuazione del versamento del salario al 100% e il congedo paternità è di 4 settimane.

Lidl Svizzera è stata fondata nel 2003 e le prime filiali sono state aperte nel marzo 2009. Oggi l’azienda gestisce oltre 120 punti vendita (sette in Ticino e quattro nei Grigioni) e ha 3500 dipendenti. Il 55% del fatturato viene realizzato con prodotti svizzeri. A livello europeo le succursali del gruppo tedesco (le cui origini risalgono agli anni ‘30 del secolo scorso) sono circa 10’000 in 25 paesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1