Lucerna non vieterà le manifestazioni durante il WEF

Forum economico

Le eventuali richieste legate allo svolgimento di dimostrazioni dovranno comunque essere esaminate

Lucerna non vieterà le manifestazioni durante il WEF
©KEYSTONE/Gian Ehrenzeller

Lucerna non vieterà le manifestazioni durante il WEF

©KEYSTONE/Gian Ehrenzeller

Lucerna ha deciso di non vietare le manifestazioni durante il Forum economico mondiale (WEF), in agenda dal 18 al 21 maggio 2021. Le eventuali richieste legate allo svolgimento di dimostrazioni dovranno comunque essere esaminate, fanno sapere oggi le autorità cittadine.

L’edizione dell’anno prossimo del WEF non si terrà nella canonica Davos, bensì sul Bürgenstock, montagna che si affaccia sul Lago dei Quattro Cantoni. La località alpina grigionese dovrebbe comunque tornare ad ospitare l’evento nel 2022.

In un’interpellanza, il consigliere comunale lucernese Patrick Zibung (UDC) aveva sottolineato i rischi legati a un appuntamento della portata del WEF per Lucerna e il resto della regione. Ai suoi occhi la minaccia principale è rappresentata da potenziali manifestazioni, che spesso in passato sono state organizzate in concomitanza col forum.

Rispondendo al sollecito, le autorità cittadine hanno pertanto precisato che non sarà in vigore un divieto, ma lo svolgimento di dimostrazioni sarà soggetto ad autorizzazione. Non è ancora chiaro quali condizioni e requisiti si debbano rispettare per vedersi approvare la richiesta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    «Dal dialogo con i collaboratori spesso soluzioni sorprendenti»

    Associazione svizzera impiegati di banca

    Cambi ai vertici per la direzione generale dell’Associazione svizzera degli impiegati di banca (ASIB). A partire dal 1. di marzo Anne-Wienke Palm e Natalia Ferrara, già responsabile per ASIB Ticino, ricopriranno il ruolo di co-presidenti - A colloquio con Natalia Ferrara sulle sfide e gli obiettivi di questo nuovo ruolo.

  • 2
  • 3
  • 4

    Casi di rigore: fra le aziende ancora molta incertezza

    Ticino

    Attesa per i dettagli che verranno decisi dal Gran Consiglio - Ma la procedura può implicare numerosi documenti
    Cristina Maderni: «Per i fiduciari sfida impegnativa, perché per ricevere il sostegno vanno certificati anche i conti delle PMI»

  • 5
  • 1
  • 1