Minerali, un’industria in piena trasformazione

future minerals forum

La domanda di metalli è a livelli record e cresce di pari passo con gli sforzi per ridurre le emissioni di CO2 - Gli sviluppi del settore portano con sé nuovi equilibri economici, finanziari e geopolitici

Minerali, un’industria in piena trasformazione
Estrazione di cobalto in Marocco. ©Shutterstock

Minerali, un’industria in piena trasformazione

Estrazione di cobalto in Marocco. ©Shutterstock

Se il mondo riuscirà a conseguire i suoi obiettivi contrastando i mutamenti climatici globali, una parte del merito va all’industria mineraria ed alle sue trasformazioni, e ciò nonostante la reputazione non troppo positiva di cui il settore ha risentito fino ad oggi. È il messaggio emerso dal Future Minerals Forum, svoltosi a Riyadh dall’11 al 13 gennaio, e che ha visto la partecipazione di oltre 2.000 specialisti provenienti da 30 Paesi. La scelta della sede è avvenuta alla luce del piano di investimenti di 500 miliardi di dollari che l’Arabia Saudita ha impostato proprio nello sviluppo di attività minerarie strategiche, un tassello della diversificazione che, con petrolchimica, infrastrutture, sanità, istruzione, turismo, caratterizza il progetto Vision 2030.

Le tendenze del settore appaiono...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1