Sanzioni

Dall’Unione europea multa di 242 milioni di euro a Qualcomm

Il primo produttore al mondo di chip ritenuto colpevole di abuso di posizione dominante sul mercato dei circuiti integrati destinati al 3G

Dall’Unione europea multa di 242 milioni di euro a Qualcomm
Foto Wikipedia

Dall’Unione europea multa di 242 milioni di euro a Qualcomm

Foto Wikipedia

BRUXELLES (aggiornata alle 15.08) - La Commissione europea ha deciso di infliggere una multa di 242 milioni di euro a Qualcomm, primo produttore al mondo di chip, per abuso di posizione dominante sul mercato dei circuiti integrati destinati al 3G.

Secondo Bruxelles, Qualcomm ha venduto i suoi prodotti a prezzi inferiori al costo di produzione nel tentativo di mettere fuori mercato Icera, azienda sua concorrente. Un comportamento illegale rispetto alle regole dell’Ue.

I fatti in base ai quali la Commissione ha deciso di multare Qualcomm risalgono al periodo 2009-2010. «La gravità e la durata di quanto accaduto - ha detto la commissaria per la concorrenza Margarethe Vestager - giustifica la sanzione applicata».

Una multa che serve anche ad indicare a tutti, ha sottolineato la commissaria, che comportamenti basati sui cosiddetti «prezzi predatori» destinati a mettere fuori mercato i concorrenti, «non resteranno impuniti» indipendentemente da quando sono stati messi in atto.

La Vestager ha ricordato che questa è la seconda volta che l’Antitrust dell’Ue multa Qualcomm per aver abusato della sua posizione dominante. Nel gennaio del 2018 l’azienda leader nel settore dei chip fu condannata a pagare 997 milioni di euro perché riconosciuta responsabile di aver versato ad Apple miliardi di dollari affinché l’azienda di Cupertino non si servisse di altri fornitori.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Mondo
  • 1