Google mette al bando la pubblicità sulle criptovalute

SAN FRANCISCO - Google mette al bando le pubblicità sulle criptovalute. La compagnia ha reso noto che a partire dal prossimo giugno vieterà le inserzioni online che hanno per protagonisti Bitcoin, Ethereum, Ripple e le altre valute digitali. Il divieto si estende anche alle "initial coin offering" (offerte iniziali di monete), sistema con cui le startup raccolgono fondi distribuendo monete virtuali.

Con le nuove politiche sui servizi finanziari, Google segue le mosse di Facebook, che a fine gennaio ha annunciato la messa al bando degli spot sulle criptomonete.

"Vogliamo che le persone continuino a scoprire nuovi prodotti e servizi attraverso le pubblicità su Facebook senza dover temere truffe. Diverse compagnie che pubblicizzano criptovalute non operano in buona fede", è la spiegazione offerta dalla società di Mark Zuckerberg.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mondo