Conti pubblici

Roma rischia lo scontro frontale con l’UE

L’Italia ha di fronte un calendario serrato per ridurre il disavanzo, col rischio di un ulteriore aumento dell’IVA - La crisi politica scoppia mentre la crescita del PIL è vicina allo zero e ci sono dubbi sulla sostenibilità del debito

Roma rischia lo scontro frontale con l’UE
L’Italia sta vivendo una crisi di Governo in un momento in cui l’economia arranca e ci sarebbe bisogno di più fiducia.  (Foto Shutterstock)

Roma rischia lo scontro frontale con l’UE

L’Italia sta vivendo una crisi di Governo in un momento in cui l’economia arranca e ci sarebbe bisogno di più fiducia.  (Foto Shutterstock)

MILANO - Sarà un autunno caldo quello dei conti pubblici italiani, reso ancora più incandescente dall’evoluzione della crisi di Governo. Il calendario è serratissimo. Entro il 27 settembre, L’Esecutivo deve approvare la nota di aggiornamento al Def, documento di programmazione economica, che tra le altre cose deve contenere la correzione dei conti da quasi 8 miliardi di euro decisa...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Mondo
  • 1