STATI UNITI

Slittano al 15 dicembre i dazi sui prodotti cinesi

Il ritardo offre una boccata di ossigeno alle trattative fra Washington e Pechino dopo che l’ultimo incontro a Shanghai si era risolto in un nulla di fatto

Slittano al 15 dicembre i dazi sui prodotti cinesi
Foto Reguzzi

Slittano al 15 dicembre i dazi sui prodotti cinesi

Foto Reguzzi

NEW YORK - Gli Stati Uniti ritarderanno almeno fino al 15 dicembre gli ulteriori dazi del 10% su alcuni prodotti Made in China. Lo afferma l’ufficio del rappresentate americano per il commercio, sottolineando che saranno posticipati i dazi di «cellulari, laptop, console per videogame, alcuni giocattoli, monitor per computer e alcuni tipi di scarpe e di abbigliamento».

L’amministrazione Trump non offre spiegazioni sullo slittamento dell’entrata in vigore dei dazi del 10% su alcuni prodotti Made in China: la decisione «rientra nell’ambito del processo» avviato di consultare l’opinione pubblica, si limita a dire.

I dazi sarebbero dovuti entrare in vigore l’1 settembre mentre ora, per alcuni prodotti, slittano al 15 dicembre. Il ritardo offre una boccata di ossigeno alle trattative fra Washington e Pechino dopo che l’ultimo incontro a Shanghai si era risolto in un nulla di fatto.

La delegazione cinese è attesa a Washington agli inizi di settembre per un nuovo round di incontri e questo offre l’occasione di raggiungere un accordo ed evitare del tutto l’entrata in vigore dei dazi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Mondo
  • 1