«Nuovo lockdown sempre più probabile»

pandemia

È l’opinione del direttore del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo che si dice favorevole a misure che siano più forte e corte possibili - La formula di due settimane tuttavia per lui è «un’utopia»

«Nuovo lockdown sempre più probabile»
©Shutterstock.com

«Nuovo lockdown sempre più probabile»

©Shutterstock.com

«Di fronte all’esplosione del numero di nuove infezioni al coronavirus in Svizzera, il varo di un nuovo lockdown diventa sempre più probabile». Lo ha dichiarato oggi all’agenzia finanziaria AWP il direttore del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF), Jan-Egbert Sturm.

Quest’ultimo è favorevole a misure che siano il più forte e corte possibili. Tuttavia, secondo Sturm, un mini-lockdown di due settimane al massimo è «un’utopia».

«Attualmente il numero di casi è molto preoccupante e i ricoveri in ospedale sono in forte progressione», sottolinea l’economista del KOF. A suo avviso, se la situazione continua a evolvere in questa maniera, un nuovo confinamento sarà ineluttabile.

«Per andare avanti, politica, economia e società devono collaborare», afferma l’esperto, sottolineando come nuovi contagi non siano stati contratti soltanto nelle discoteche, ma anche sul posto di lavoro.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1