«Prezzi alti? Effetto del crollo dell’offerta di immobili»

Abitazioni

Claudio Saputelli, responsabile Swiss & Global Real Estate di UBS, spiega le tendenze sul mercato del mattone

«Prezzi alti? Effetto del crollo dell’offerta di immobili»
Prezzi in ascesa, ma l’effetto pandemia è difficile da decifrare. Per un bilancio definitivo è meglio attendere. © bCDTD/Chiara Zocchetti

«Prezzi alti? Effetto del crollo dell’offerta di immobili»

Prezzi in ascesa, ma l’effetto pandemia è difficile da decifrare. Per un bilancio definitivo è meglio attendere. © bCDTD/Chiara Zocchetti

«Prezzi alti? Effetto del crollo dell’offerta di immobili»
Claudio Saputelli.

«Prezzi alti? Effetto del crollo dell’offerta di immobili»

Claudio Saputelli.

Il coronavirus ha strani effetti sull’economia. Per esempio il lockdown ha provocato un aumento dei prezzi immobiliari, che si può stimare attorno al 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il che fa aumentare il rischio di una bolla immobilire in Svizzera. È quanto emerge dall’UBS Swiss Real Estate Bubble Index, che nel secondo trimestre dell’anno.

Come spiegare questo trend?

«L’aumento dei prezzi del 4% – spiega Claudio Saputelli, responsabile Swiss & Global Real Estate di UBS – ha stupito un po’ anche noi. Già nel primo trimestre c’era stato un forte incremento, ma poi a causa del coronavirus ci aspettavamo una certa stabilità. Comunque bisogna essere cauti, perché la crescita è probabilmente dovuta all’offerta di immobili che è crollata del 30 o 40%. Dobbiamo aspettare quando il...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1