Raiffeisen, clienti risparmiati dai tassi di interesse negativi

banche

Lo ha detto il presidente del consiglio di amministrazione Guy Lachappelle in un’intervista

Raiffeisen, clienti risparmiati dai tassi di interesse negativi
© KEYSTONE/Gaetan Bally

Raiffeisen, clienti risparmiati dai tassi di interesse negativi

© KEYSTONE/Gaetan Bally

I clienti di Raiffeisen continueranno ad essere risparmiati dai tassi di interesse negativi: lo afferma il presidente del consiglio di amministrazione Guy Lachappelle in un’intervista pubblicata oggi da Tages-Anzeiger e testate sorelle.

Interrogato sull’eventualità che il gruppo in futuro introduca tassi inferiori allo zero, il manager dal 2018 alla testa dell’organo di sorveglianza ha risposto: «Non posso immaginarlo». Secondo il 58.enne se dovesse avvenire qualcosa del genere il rischio di un «bank run», cioè di una corsa dei risparmiatori a ritirare i loro averi, sarebbe troppo elevato.

Nel segmento della clientela privata il concorrente UBS applica già tassi d’interesse negativi per i conti di risparmio superiori a 2 milioni di franchi. Credit Suisse intende fare lo stesso nel 2020. Presso Raiffeisen (terzo gruppo bancario elvetico) invece non esiste una tale soglia: «Faremo però attenzione affinché i clienti di istituti con tassi di interesse negativi non si limitino a trasferire i loro soldi presso di noi», ha puntualizzato Lachappelle senza fornire ulteriori dettagli.

In settembre la Banca nazionale svizzera (BNS) ha lasciato invariato il tasso di riferimento a -0,75%. Dal primo novembre, tuttavia, essa ha aumentato la soglia oltre la quale le banche devono pagare tassi d’interesse negativi per il denaro depositato presso lo stesso istituto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1