Riassicurazione: Swiss Re vuole crescere con rischi cibernetici e climatici

Economia

Lo ha dichiarato oggi il Chief Underwriting Officer Thierry Léger in una videoconferenza

 Riassicurazione: Swiss Re vuole crescere con rischi cibernetici e climatici
© Shutterstock

Riassicurazione: Swiss Re vuole crescere con rischi cibernetici e climatici

© Shutterstock

Swiss Re intravede un grande potenziale di crescita per il mercato assicurativo mondiale. Il riassicuratore zurighese vuole anch’esso trarne profitto: «per noi vediamo buone possibilità di crescita soprattutto per quanto riguarda i rischi cibernetici e climatici e nel campo della sostenibilità», ha dichiarato oggi Thierry Léger, Chief Underwriting Officer (responsabile Assunzione rischi) durante una videroconferenza in occasione del convegno del ramo assicurativo «Rendez-Vous de Septembre».

Un settore d’affari particolare è l’assicurazione contro i rischi cibernetici, un ramo ancora giovane e cresciuto negli ultimi anni su scala globale a tassi del 20-30%, ha spiegato Léger. Swiss Re stima il volume mondiale a circa 8 miliardi di dollari. Il riassicuratore zurighese detiene un portafoglio di circa 400 milioni in questo settore.

«Vogliamo continuare a crescere alla forte velocità del mercato con le nostre coperture contro i rischi cibernetici», ha indicato il Chief Executive Officer Reinsurance (responsabile della riassicurazione) Moses Ojeisekhoba. Ma in relazione alla redditività bisogna essere prudenti; difatti va dapprima chiarito cosa copra un’assicurazione del genere, e per quanto riguarda la fissazione dei prezzi attualmente disponiamo solo di pochi modelli di dati.

Swiss Re si aspetta una forte crescita anche negli affari riguardanti le catastrofi naturali. Negli ultimi anni hanno assunto importanza soprattutto disastri di secondo livello (cosiddetti Secondary Perils) come incendi di vegetazione, grandine, tempeste e inondazioni: questi sono spesso il risultato dei cambiamenti climatici e per questi rischi la domanda di protezione assicurativa cresce in maniera particolarmente marcata.

Ma per coprire i costi e restare redditizi, è necessario applicare prezzi adeguati, sono convinti i due manager di Swiss Re, i quali prevedono un ulteriore aumento delle tariffe in gennaio, quando verranno rinnovati i contratti tra riassicuratori e assicuratori.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1