Riflettori su fonti di energia e terre rare

index

Questa sera in onda su TeleTicino alle 20.15 e in replica alle 22.50 - Conduce Lino Terlizzi

Riflettori su fonti di energia e terre rare

Riflettori su fonti di energia e terre rare

Il petrolio resta una fonte rilevante, ma la sua quota nel mercato dell'energia è calata nel corso degli anni; gradualmente si sono fatti avanti il gas naturale e fonti rinnovabili come il solare, l’eolico, altre ancora. L’elettricità intanto sta ampliando la sua presenza, anche attraverso il settore auto e i nuovi motori elettrici che si stanno diffondendo. A quali ritmi continuerà ora l’espansione delle fonti di energia rinnovabili? E quale sarà la tendenza per il prezzo del petrolio? Alcuni settori industriali inoltre hanno sempre più bisogno di minerali particolari, le cosiddette terre rare. Quali evoluzioni potranno avere la produzione e i prezzi di quest'ultime? Di tutto questo si parla stasera a Index, su TeleTicino alle 20.15 e in replica alle 22.50. Conduce Lino Terlizzi. Ospiti Walter Lisetto di Axion Swiss Bank e Bruno Chastonay, consulente finanziario. Domande dal pubblico con WhatsApp 079/500.43.50.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2

    Finanze, la Svizzera torna alla normalità

    pandemia

    Fondamentale per affrontare l’emergenza sanitaria è stata la buona salute delle finanze del paese prima dello scoppio della crisi - La parola alla direttrice dell’Amministrazione federale delle finanze D’Amelio-Favez

  • 3

    Se un buon espresso rischia di costare caro

    a tavola

    Le quotazioni del caffè galoppano spinte sia dalla ripresa della domanda sia dalla minore offerta - Pesano le catastrofi climatiche e le strozzature della logistica - Secondo gli analisti tra pochi mesi lo scontrino al bar potrebbe diventare più salato

  • 4
  • 5

    Flussi finanziari dell’UE sotto stretta vigilanza

    Giustizia

    La neonata Procura europea (EPPO) con sede in Lussemburgo è diretta da Laura Codruta Kövesi e ha lo scopo di indagare su corruzione, frodi e riciclaggio di denaro nei Paesi membri - Tramite i suoi 22 procuratori nazionali monitora anche i fondi del Recovery

  • 1
  • 1