Borsa di Zurigo: niente mire espansionistiche

Borse

Lo ha detto un portavoce dell’operatore Six commentando le indiscrezioni dell’agenzia Bloomberg

Borsa di Zurigo: niente mire espansionistiche
La Borsa di Zurigo. (Foto Wikipedia)

Borsa di Zurigo: niente mire espansionistiche

La Borsa di Zurigo. (Foto Wikipedia)

ZURIGO - La Borsa di Zurigo si chiama fuori e nega di essere interessata all’acquisizione della Borsa di Madrid o di quella di Vienna per ovviare allo stop dell’Ue all’equivalenza con le altre piazze finanziarie europee scattato lo scorso 30 giugno. Lo ha detto un portavoce dell’operatore Six commentando le indiscrezioni dell’agenzia Bloomberg, la quale - basandosi su fonti «ben informate» - aveva citato come potenziali obiettivi di acquisizione la borsa valori Bolsas y Mercados Españoles e la sua controparte austriaca Wiener Börse.

«Non abbiamo la necessità di acquisire una Borsa in Europa», ha spiegato il portavoce, in quanto «le misure di protezione decise dal Consiglio federale dopo la fine dell’equivalenza borsistica stanno funzionando». «Le acquisizioni sono un obiettivo - ha precisato - ma non nel campo delle Borse».

A seguito della mancata proroga dell’equivalenza tra la Borsa di Zurigo e i mercati dell’Ue da parte di Bruxelles, il Consiglio federale ha deciso di impedire la negoziazione di azioni svizzere nei listini europei, obbligando gli operatori ad acquistarli direttamente a Zurigo o a passare attraverso le borse di New York o di Hong Kong.

Secondo Bloomberg, SIX dispone di quasi un miliardo di dollari per procedere ad acquisizioni. In un’intervista con «NZZ am Sonntag», il CEO di SIX Jos Dijsselhof aveva lasciato intendere che la partecipazione detenuta in Worldline, del valore di oltre 3 miliardi di franchi, potrebbe essere ridotta al fine di finanziare operazioni di questo genere.

«Siamo pienamente soddisfatti delle misure di salvaguardia» e «non siamo a conoscenza di un potenziale deterioramento del dibattito sull’equivalenza», ha dichiarato il portavoce di SIX. «Non c’è bisogno» di fare acquisizioni nel settore del mercato azionario, ha aggiunto. Il gruppo SIX punta a una crescita esterna - cioè non legata ad acquisizioni - nel segmento dell’informazione finanziaria.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 2

    Uber Svizzera continua a crescere

    Trasporti

    Servizi di trasporto attraverso un’applicazione mobile conta circa 400.000 utenti attivi e 3200 autisti nelle quattro città elvetiche in cui opera (Zurigo, Ginevra, Basilea e Losanna)

  • 3

    Ancora problemi tra Swisscom e zip.ch

    la denuncia

    Secondo la società che gestisce l’omonimo elenco telefonico online e agenzia digitale per le PMI l’operatore violerebbe la concorrenza

  • 4

    La Svizzera fuori dalla lista grigia, ma non tutti sorridono

    Paradisi fiscali

    L’Unione europea ha definitivamente tolto la Confederazione dalla «grey list» in seguito all’accettazione da parte del popolo elvetico della Riforma fiscale e finanziamento dell’AVS (RFFA) - Soddisfazione a Berna, ma la ong Oxfam è scettica

  • 5

    Per i futuri pensionati arrivano tempi duri

    Previdenza

    Secondo uno studio del Credit Suisse le rendite del primo e del secondo pilastro caleranno dal 57% dell’ultimo reddito nel 2010 al 46% nel 2025, per i redditi alti dal 51% al 37% - Schüpbach: «Molto probabilmente sarà necessario lavorare più a lungo»

  • 1
  • 1