Debiti: è record in Svizzera

società

Un’analisi di comparis.ch indica che oltre mezzo milione di persone è sovraindebitato e il numero aumenta di anno in anno - La crescita dal 2016 è del 22%

Debiti: è record in Svizzera
Archivio CdT

Debiti: è record in Svizzera

Archivio CdT

Il sovraindebitamento degli svizzeri aumenta di anno in anno. Con una quota del 6,5% nel 2019, il numero di persone sovraindebitate non è mai stato tanto elevato. Infatti, dal 2016 questo numero è aumentato da 119’000 a 561’000 persone. Questo è quanto emerge da un’analisi condotta dal servizio di confronto online comparis.ch in collaborazione con l’agenzia di informazioni economiche CRIF.

«Sempre più adulti ritengono che sia normale indebitarsi», avverte l’esperto di Comparis Michael Kuhn.

L’analisi del servizio di confronto online comparis.ch, condotta in collaborazione con l’agenzia di informazioni economiche CRIF, mostra il crescente sovraindebitamento della popolazione svizzera. Il 6,5% degli svizzeri è sovraindebitato, una percentuale che corrisponde a 561’000 persone. Si tratta di un aumento del 22% dal 2016 e con questo un livello record.

«Sempre più adulti ritengono che sia normale indebitarsi», osserva Michael Kuhn, esperto di finanze presso Comparis. «Per molte persone ‘voglio questa cosa oggi’è molto più importante di ciò che sarà domani o dopodomani.» È vero che la maggior parte degli adulti paga puntualmente le rate di leasing o di credito, «tuttavia una minoranza non ci riesce e cade nel sovraindebitamento.»

Il tasso di debitori inadempienti comprende tutti i privati domiciliati in Svizzera che in passato hanno già dichiarato fallimento, che hanno subito un pignoramento, per cui è stato emesso un atto di carenza di beni o che hanno un precetto esecutivo in corso (vedi metodologia in fondo al comunicato stampa).

Tasso di debitori più elevato nella Svizzera romanda

I dati più preoccupanti si registrano nella Svizzera romanda. Con il 10,9%, Neuchâtel presenta il più alto tasso di debitori inadempienti, seguito dal 10,4% di Ginevra. Agli ultimi posti della classifica troviamo i cantoni Appenzello Interno con l’1,6% e Uri con il 3%.

Gli uomini sono più sovraindebitati delle donne

Si constatano differenze anche tra i sessi: gli uomini hanno più debiti delle donne. Nella fascia di età tra 46 e 50 anni, il tasso di debitori inadempienti uomini è del 12%, mentre quello delle donne raggiunge solo circa l’8%. Si è inoltre osservato che tra le donne il tasso di inadempienti diminuisce in maniera costante a partire dal 40° anno di età. Per gli uomini tra i 40 e i 60 anni, invece, il tasso resta stabile.

Ciò significa che sono gli uomini a detenere il titolo per il tasso di debitori più elevato, e precisamente quelli di età compresa tra i 36 e i 40 anni. Sia gli uomini che le donne hanno maggiori probabilità di indebitarsi nella fascia di età tra i 26 e i 30 anni.

«In termini di sicurezza economica le donne sembrerebbero essere più caute degli uomini, soprattutto con l’avanzare dell’età. Tra i 18 e i 25 anni, invece, la frequenza di indebitamento è simile sia per gli uomini che per le donne», osserva Kuhn.

Scarsa solvibilità: gli Svizzeri non sono consapevoli delle conseguenze

Il modo alquanto superficiale di gestire i debiti può avere conseguenze di vasta portata. A circa il 13% degli svizzeri è già stata rifiutata la concessione di un credito, come dimostra un sondaggio rappresentativo di comparis.ch. «Quasi un terzo non è consapevole che spesso il respingimento di un credito dipende dalla scarsa solvibilità», afferma Kuhn. La situazione è simile per quanto riguarda le richieste di carte di credito: il 12% degli intervistati ne ha già richiesta una invano. Circa un quarto dei partecipanti supponeva che il rifiuto fosse dovuto a motivi diversi dalla solvibilità insufficiente.

Tuttavia, è proprio quest’ultima a ostacolare considerevolmente l’accesso a crediti e leasing: «Ogni richiesta per una carta di credito, un credito o un leasing comprende sempre una valutazione dell’affidabilità creditizia», commenta Kuhn. «Una scarsa solvibilità limita le persone interessate anche nella vita quotidiana, per esempio negli acquisti online.» Di fatto, utilizzando i dati sulla solvibilità delle agenzie di informazioni economiche, le aziende verificano in tempo reale se la morale di pagamento del cliente è buona o scarsa. Se l’esito della verifica non soddisfa i requisiti dell’azienda, l’opzione «Pagamento dietro fattura» non viene neanche visualizzata.

Quali sono i criteri che influenzano l’affidabilità creditizia?

L’affidabilità creditizia (solvibilità) è composta da vari criteri misurabili. Le agenzie di informazioni economiche raccolgono dati relativi al comportamento di pagamento e all’identificazione. Le loro fonti sono, da un lato, i dati accessibili pubblicamente, come quelli presenti nel registro di commercio e pubblicati nel FUSC; dall’altro, i dati relativi all’esperienza di pagamento di migliaia di imprese. Sulla base di queste informazioni, per persona viene calcolato un credit score. Questa solvibilità personale si può consultare presso le agenzie di informazioni economiche.

I consumatori possono richiedere informazioni sulla valutazione della loro affidabilità creditizia sul sito di Comparis: it.comparis.ch/bonitaetsauskunft. La piattaforma di informazioni sulla solvibilità, realizzata in collaborazione con l’agenzia di informazioni economiche CRIF, permette ai consumatori di conoscere la loro solvibilità personale nonché la loro classificazione rispetto alla popolazione svizzera. L’identificazione personale, necessaria per motivi legali, è semplificata da una trasmissione digitale sicura.

Metodologia

Per la determinazione del tasso di debitori inadempienti sono stati presi in considerazione tutti i privati con un precetto esecutivo a partire dalla domanda di proseguimento, che hanno dichiarato fallimento o per i quali è stato emesso un atto di carenza di beni. Inoltre, il leader di mercato tra le agenzie di informazioni economiche CRIF consolida l’esperienza di pagamento di oltre 10’000 aziende di tutta la Svizzera. L’analisi è stata condotta con data di riferimento al 31 luglio 2019.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Sempre più armi svizzere nel mondo

    Export

    Il materiale bellico esportato nei primi nove mesi dell’anno ha un valore di quasi mezzo miliardo di franchi, il 60% in più rispetto a un anno fa

  • 2
  • 3

    Uber Svizzera continua a crescere

    Trasporti

    Servizi di trasporto attraverso un’applicazione mobile conta circa 400.000 utenti attivi e 3200 autisti nelle quattro città elvetiche in cui opera (Zurigo, Ginevra, Basilea e Losanna)

  • 4

    Ancora problemi tra Swisscom e zip.ch

    la denuncia

    Secondo la società che gestisce l’omonimo elenco telefonico online e agenzia digitale per le PMI l’operatore violerebbe la concorrenza

  • 5

    La Svizzera fuori dalla lista grigia, ma non tutti sorridono

    Paradisi fiscali

    L’Unione europea ha definitivamente tolto la Confederazione dalla «grey list» in seguito all’accettazione da parte del popolo elvetico della Riforma fiscale e finanziamento dell’AVS (RFFA) - Soddisfazione a Berna, ma la ong Oxfam è scettica

  • 1
  • 1