La BNS e la Borsa cooperano sull’utilizzo della moneta digitale

blockchain

L’istituto centrale inaugura un polo di ricerca con la Banca dei regolamenti internazionali. Tra i progetti lo studio sugli impieghi della moneta digitale e lo scambio di valori tramite una piattaforma «blockchain»

La BNS e la Borsa cooperano sull’utilizzo della moneta digitale
Cambio di regime: per mesi la BNS ha mantenuto un approccio cauto nei confronti delle monete digitali ©Shutterstock

La BNS e la Borsa cooperano sull’utilizzo della moneta digitale

Cambio di regime: per mesi la BNS ha mantenuto un approccio cauto nei confronti delle monete digitali ©Shutterstock

I progetti che ambiscono a cambiare profondamente il traffico dei pagamenti non riguardano più solo il settore privato, come la Libra di Facebook. Martedì sera la BNS e la Banca dei regolamenti internazionali (BRI) hanno lanciato un polo di ricerca, che fungerà da centro che racoglierà gli esperti di innovazione delle banche centrali. Il centro di Basilea collaborerà con altri due poli, quello di Hong Kong e di Singapore. Con l’istituto centrale collabora anche la Borsa zurighese SIX, che sta esplorando le possibilità offerte dalla tecnologia per l’impiego della moneta digitale della banca centrale.

Agustín Carstens, direttore generale della BRI, in occasione della cerimonia di apertura ha sottolineato l’importanza di un hub in Svizzera come centro di eccellenza e di innovazione in ambito...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1