Banche

Multa di 3,7 miliardi di euro inflitta a UBS in Francia

Il gruppo elvetico è stato sanzionato perché ritenuto colpevole di fornitura illecita di servizi finanziari a domicilio e riciclaggio aggravato del provento fiscale

 Multa di 3,7 miliardi di euro inflitta a UBS in Francia
Foto Chiara Zocchetti

Multa di 3,7 miliardi di euro inflitta a UBS in Francia

Foto Chiara Zocchetti

PARIGI (aggiornata alle 14.25) - Il Tribunale correzionale di Parigi ha condannato oggi UBS a una multa record di 3,7 miliardi di euro, esattamente quanto chiesto dalla Procura nazionale finanziaria francese (Parquet national financier, PNF). Il processo si era svolto in autunno e vedeva il numero uno bancario elvetico nonché principale gestore patrimoniale al mondo accusato di fornitura illecita di servizi finanziari a domicilio («démarchage») e riciclaggio aggravato del provento fiscale. Si tratta della pena più pesante mai inflitta dalla giustizia transalpino in un caso di evasione fiscale. La filiale francese di UBS è a sua volta stata condannata a una multa di 15 milioni di euro per complicità. Tramite i suoi avvocati UBS ha subito fatto sapere che farà appello.

Alla banca, durante il processo dello scorso autunno, era stato rimproverato di aver inviato illegalmente i suoi consulenti finanziari in Francia per contattare la ricca clientela di UBS Francia - avvicinata durante ricevimenti, battute di caccia ed eventi sportivi - e convincerla ad aprire conti non dichiarati nella Confederazione. UBS era anche sospettata di aver istituito una doppia contabilità, al fine di per mascherare i movimenti di capitali illeciti tra i due Paesi. Per il PNF si è trattato di un «sistema di frode» «di portata eccezionale» attuato fra il 2004 e il 2012. La difesa dal canto suo, aveva cercato di smontare un’accusa che voleva «dimostrare un sistema globale» di frode e aveva chiesto l’assoluzione.

Lo Stato, in quanto parte civile, aveva dal canto suo chiesto un risarcimento danni di 1,6 miliardi ma il tribunale ha concesso soltanto la cifra di 800’000 euro. UBS pubblicherà un comunicato al termine dell’udienza. Intanto, poco dopo l’inizio della lettura della sentenza il titolo della maggiore banca elvetica è arrivato a perdere oltre il 3% in un listino in lieve rialzo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1