banche private svizzere

Stagna la crescita di nuovi fondi, è allarme

È quanto emerge da uno studio realizzato dalla società di consulenza finanziaria KPMG in collaborazione con l’Università di San Gallo

Stagna la crescita di nuovi fondi, è allarme
Foto Gabriele Putzu

Stagna la crescita di nuovi fondi, è allarme

Foto Gabriele Putzu

ZURIGO - Stagna la crescita di nuovi fondi presso le banche private svizzere. È quanto emerge da uno studio realizzato dalla società di consulenza finanziaria KPMG in collaborazione con l’Università di San Gallo, secondo cui ciò è dovuto principalmente al fatto che gli istituti elvetici sono troppo poco presenti nei mercati in crescita.

Globalmente il numero di persone «facoltose» e «molto facoltose» sta aumentando, in particolare nei mercati emergenti, rileva l’indagine, secondo cui in teoria le banche private svizzere dovrebbero trarre beneficio da quest’evoluzione.

Il difficile contesto di mercato nel 2018, tuttavia, ha messo in luce in maniera implacabile la debolezza degli istituti elvetici: nell’anno in rassegna infatti la maggior parte di essi non è stato in grado di aumentare in maniera sufficiente i fondi di nuovi clienti. In media l’incremento netto è stato dello 0,2%. Un risultato davvero deludente, sottolinea lo studio.

La stagnazione nell’evoluzione dei nuovi fondi dimostra che la maggior parte delle banche private non ha migliorato in maniera sufficiente i propri modelli di business e quelli operativi e non ha saputo adattare in maniera ottimale le strategie per garantire il successo a lungo termine. Inoltre - rileva l’indagine - gli istituti elvetici privati sono troppo raramente presenti sui mercati in espansione: per questo motivo la loro quota di mercato globale è in calo.

Gli autori dello studio presuppongono che l’ondata di consolidamento tra le banche private svizzere, il cui numero dal 2010 è sceso di 62 unità a 101, proseguirà anche in futuro. Ciò è confermato dal fatto che i dati economici delle banche private nel 2019 hanno continuato a peggiorare nonostante la persistente solidità dei mercati finanziari.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Svizzera
  • 1