Verso tassi negativi anche sui depositi in franchi

CREDIT SUISSE

L’istituto punterebbe a far pagare alla clientela più facoltosa un tasso sui conti nella valuta elvetica, analogamente a quanto ha già annunciato UBS

Verso tassi negativi anche sui depositi in franchi
© Shutterstock

Verso tassi negativi anche sui depositi in franchi

© Shutterstock

Credit Suisse si appresterebbe a imporre interessi negativi anche a chi detiene sostanziosi depositi in franchi e non più solo a chi ha conti in euro. Lo scrive Bloomberg, che si rifà a fonti anonime.

Stando all’agenzia l’istituto punterebbe a far pagare alla clientela più facoltosa un tasso (non si conosce la cifra) sui conti nella valuta elvetica, analogamente a quanto accade per quelli nella moneta dell’Eurozona: in questo caso il «balzello» è dello 0,4% per somme superiori al milione.

La seconda grande banca sembra quindi seguire le orme di UBS, che ha già annunciato che introdurrà tassi negativi per i depositi superiori a 2 milioni di franchi. Ai ricchi clienti di Credit Suisse la comunicazione arriverà in autunno, sempre secondo Bloomberg.

Queste mosse vanno inserite nel quadro del perdurare degli interessi negativi: oggi la Banca nazionale svizzera (BNS) ha confermato il tasso guida al -0,75%, annunciando peraltro un innalzamento della soglia sotto la quale le banche (come Credit Suisse e UBS) non sono tenute a versare interessi negativi nei loro conti giro presso l’istituto centrale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1