Energy Vault, un’idea da 110 milioni

Tecnologia

La società con sede a Lugano ha progettato una gru a sei braccia per accumulare energia a prezzi contenuti - Accordo per un finanziamento con la SoftBank Vision Fund

Energy Vault, un’idea da 110 milioni
L’impianto concepito dalla società luganese consiste in una gru a sei braccia usata per muovere blocchi di cemento e immagazzinare energia.

Energy Vault, un’idea da 110 milioni

L’impianto concepito dalla società luganese consiste in una gru a sei braccia usata per muovere blocchi di cemento e immagazzinare energia.

LUGANO - Accumulare energia grazie a delle gru che tirano su dei blocchi di cemento, e poi liberarla lasciandoli andare giù, un po’ come fanno le centrali idroelettriche ad accumulazione con l’acqua. Certe idee sembrano così semplici, che quando qualcuno te le racconta ti chiedi come mai non ci era ancora arrivato nessuno.

Ed è proprio quello che capita ascoltando la storia della Energy Vault, una start-up che dal cuore di Lugano si sta facendo conoscere da mezzo mondo. Ha solo un anno e mezzo, ma è già riuscita ad attirare l’attenzione di personaggi e organizzazioni come Bill Gates e il World Economic Forum, che qualche mese fa hanno lodato l’azienda sui Social Networks.

L’idea sta convincendo anche gli investitori: proprio questa settimana la Energy Vault ha annunciato una partnership da...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Casa dolce casa? Il conto è sempre più salato

    immobiliare

    Anche in luglio gli oggetti unifamiliari sono diventati più costosi: secondo ImmoScout24 i rialzi sfiorano il 10% in un anno - Piazzini: «In Ticino non si può parlare di fiammata»

  • 2

    Interroll di Sant’Antonino: un semestre con il turbo

    Industria

    La società mette a segno un aumento del fatturato del 17% a 272 milioni - Balzo del 60% degli ordinativi - Zumbühl: «Siamo stati favoriti dalla ripresa dell’attività post-lockdown - Anche per il futuro siamo ottimisti»

  • 1
  • 1