Toyota investirà 12,5 miliardi di franchi nelle batterie elettriche

Giappone

La casa automobilistica intende sostituire gradualmente materiali quali il nickel e il cobalto, ribadendo che i suoi impianti di produzioni saranno a emissioni zero entro il 2035

Toyota investirà 12,5 miliardi di franchi nelle batterie elettriche
© AP/David Zalubowski

Toyota investirà 12,5 miliardi di franchi nelle batterie elettriche

© AP/David Zalubowski

Toyota investirà circa 1.500 miliardi di yen (circa 12,5 miliardi di franchi) entro il 2030 per la produzione di batterie per auto elettriche e vetture con motori ibridi, anticipando di fatto il raggiungimento dell’obiettivo di emissioni zero.

La prima casa automobilistica mondiale ha indicato in una presentazione che la ricerca si concentrerà sullo sviluppo di batterie che consentono una riduzione della metà dei costi da qui al 2030 grazie alla graduale sostituzione di materiali quali il nickel e il cobalto, l’incremento delle linee di produzione a 70 entro lo stesso periodo e lo studio di sistemi volti a migliorare la produttività degli stessi veicoli.

La società nipponica ha indicato che circa l’8% delle spese in conto capitale e il 5% della Ricerca & Sviluppo sarà concentrato sull’ottimizzazione delle batterie per ogni anno fiscale fino al 2030.

Lo scorso maggio Toyota aveva annunciato che degli 8 milioni di auto che intende immatricolare nei prossimi nove anni, almeno 2 milioni saranno veicoli elettrici e auto alimentate a idrogeno.

Toyota ha inoltre detto che i suoi impianti di produzione saranno a emissioni zero entro il 2035, con 15 anni di anticipo rispetto ai piani precedentemente formulati, grazie all’ammodernamento della metodologia del lavoro.

La casa automobilistica chiederà inoltre ai suoi fornitori di ridurre le emissioni di anidride carbonica del 3% nel 2021 rispetto all’anno scorso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1

    Evergrande e banche centrali pesano sulle Borse mondiali

    Mercati

    Il nuovo crollo del titolo del colosso cinese si ripercuote sui listini di Hong Kong e del resto del mondo - Attesa per le decisioni della Fed - Cribari : «Pechino ha una lezione da insegnare: la garanzia dello Stato non è scontata»

  • 2

    Piazza finanziaria ticinese penalizzata a causa dell’italiano?

    berna

    Secondo una domanda al Consiglio federale di Fabio Regazzi la Finma ci mette molto di più a evadere le pratiche che riguardano gli operatori basati in Ticino - Ueli Maurer però nega che ci sia una discriminazione linguistica – Paolo Bernasconi: «Così perdiamo attrattività»

  • 3

    Evergrande affonda in Borsa

    merati azionari

    Il secondo sviluppatore immobiliare cinese oberato da 305 miliardi di dollari di debiti deve entro giovedì trovare 83,5 milioni di dollari per ripagare le cedole delle obbligazioni con scadenza marzo 2022

  • 4
  • 5

    La Germania ha tenuto sui conti ed è rimasta la locomotiva europea

    Focus economia

    Anche il bastione tedesco è stato inevitabilmente colpito dal virus, ma le cifre 2020-21 confermano la forza di fondo – Angela Merkel lascia in eredità, dopo aver guidato Governi per 16 anni, molti elementi di solidità e di stabilità anche a livello economico

  • 1
  • 1