Utile di 21 miliardi per la BNS nel 2020

berna

L’istituto di credito nazionale ha divulgato i risultati provvisori per lo scorso anno: a Confederazione e Cantoni sarà distribuito un importo di 4 miliardi

Utile di 21 miliardi per la BNS nel 2020
© CdT/Gabriele Putzu

Utile di 21 miliardi per la BNS nel 2020

© CdT/Gabriele Putzu

La Banca nazionale svizzera (BNS) nel 2020 dovrebbe registrare un utile di esercizio pari a circa 21 miliardi di franchi. È quanto emerge dai dati provvisori annunciati oggi dall’istituto.

Alla Confederazione e ai Cantoni sarà distribuito un importo di 4 miliardi di franchi, indica la BNS in una nota odierna, precisando che un terzo andrà alla Confederazione e due terzi ai Cantoni. Il rapporto dettagliato sarà pubblicato il prossimo primo marzo, mentre il rapporto di gestione sarà disponibile il 22 marzo 2021.

L’utile sulle posizioni in valuta estera è ammontato a 13 miliardi di franchi, mentre sulle disponibilità in oro è risultata una plusvalenza da valutazione di 7 miliardi di franchi, sottolinea l’istituto, il quale aggiunge che “il risultato sulle posizioni in franchi si è attestato a oltre un miliardo di franchi”.

A Confederazione e Cantoni 4 miliardi

Tenuto conto dell’attuale riserva per future ripartizioni, pari a 84,0 miliardi di franchi, risulta un utile di bilancio di circa 98 miliardi di franchi, spiega la BNS. Ciò consentirà di versare agli azionisti il dividendo unitario massimo di 15 franchi - previsto dalla legge - e di assegnare complessivamente 4 miliardi di franchi alla Confederazione e ai Cantoni a titolo di distribuzione dell’utile. L’importo attribuito agli accantonamenti per le riserve monetarie, aggiunge ancora l’istituto, ammonterà a 6,3 miliardi di franchi. Dopo il versamento a Cantoni e Confederazione, la riserva per future ripartizioni ammonterà a circa 94 miliardi di franchi, conclude la BNS.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 2
  • 3

    Lonza in crescita nel 2020

    Economia

    Il fatturato del gruppo chimico basilese è progredito su base annua del 7,2% a 4,51 miliardi di franchi

  • 4

    L’Europa e le sfide globali

    wef online

    Merkel concorda con Pechino sul sì alle intese multilaterali e sul no al protezionismo, ma critica la Cina sulla mancanza di trasparenza - Macron punta sul rilancio dell’Accordo di Parigi sull’ambiente e su una globalizzazione inclusiva, ribadendo le speranze sulla nuova Amministrazione USA

  • 5

    Interroll sfida il virus e punta su risultati record

    sant’antonino

    Nel 2020 il fatturato è sceso del 5% a 531 milioni di franchi, ma in valute locali è salito dell’1% - Il CEO Zumbühl: «Tra i nostri punti di forza c’è stata la capacità di fornire i prodotti immediatamente ai clienti grazie ai 16 siti produttivi situati in tutto il mondo

  • 1
  • 1