Vietnam in lockdown, crisi per i grandi marchi della moda

tessile

La chiusura delle fabbriche per far fronte alla Covid blocca le forniture dei gruppi di moda occidentali - A Natale si rischia di trovare sugli scaffali poca merce e molto cara

Vietnam in lockdown, crisi per i grandi marchi della moda
©shutterstock

Vietnam in lockdown, crisi per i grandi marchi della moda

©shutterstock

Le interruzioni delle catene di approvvigionamento globali non stanno colpendo solo le case automobilistiche. Con l’arrivo della stagione invernale crescono anche gli allarmi del mondo retail, secondo cui per Natale potrebbe essere più facile regalare un costume da bagno piuttosto che una giacca a vento.

Il motivo? Il Vietnam, che da inizio luglio sta facendo i conti con un’esplosione di contagi da coronavirus. Il governo fin dall’inizio della pandemia ha imposto regole sanitarie rigidissime per tenere la pandemia sotto controllo (fino a inizio luglio i morti erano stati limitati a 81). A fronte della nuova ondata inizialmente ha introdotto misure ulteriori per il settore manifatturiero, ad esempio costringendo gli operai a vivere in fabbrica giorno e notte. Successivamente si è passato alla...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1