Zurbrügg in luglio lascia la BNS, l’istituto cambia strategia

Berna

Il numero due dell’istituto andrà in pensione anticipata - Il successore non è ancora stato designato - Markov: «Cambiamento in un momento delicato, la banca permette al franco di correre e farà salire i tassi prima della BCE»

Zurbrügg in luglio lascia la BNS, l’istituto cambia strategia
Fritz Zurbrügg era nel Direttorio dal 2012, e dal 2015 era vicepresidente dell’istituto.  ©CDT/Archivio

Zurbrügg in luglio lascia la BNS, l’istituto cambia strategia

Fritz Zurbrügg era nel Direttorio dal 2012, e dal 2015 era vicepresidente dell’istituto.  ©CDT/Archivio

Importante cambiamento ai vertici della Banca nazionale svizzera: il vicepresidente della direzione generale Fritz Zurbrügg andrà in pensione a fine luglio 2022. L’istituto non ha fornito indicazioni riguardo un successore.

Il 61.enne Zurbrügg è membro della direzione generale - composta da tre membri nominati dal Consiglio federale - dall’agosto 2012. Ha dapprima diretto il terzo dipartimento della BNS (mercati finanziari, operazioni bancarie e informatica) e dal luglio 2015, diventato vicepresidente, è alla testa del secondo dipartimento (stabilità finanziaria, banconote e monete, finanze e rischi).

Nel comunicato non sono riportati i motivi della partenza. A inizio ottobre la BNS aveva annunciato che Zurbrügg si sarebbe a breve sottoposto a un intervento al cuore pianificato da tempo. In...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Economia
  • 1
  • 1