Bambini

Barattolo della calma,
ecco come usarlo

Barattolo della calma, <br />ecco come usarlo
Uno strumento utile se inserito in una routine che permetta al bambino di regolare le sue emozioni

Barattolo della calma,
ecco come usarlo

Uno strumento utile se inserito in una routine che permetta al bambino di regolare le sue emozioni

I primi anni dei bambini sono un periodo di scoperta e conoscenza. Da una parte i piccoli iniziano a conoscere sé stessi e cosa li circonda; dall’altra i genitori sperimentano la loro relazione con i nuovi arrivati. Per mamme e papà, specialmente se al primo figlio, capire cosa sta passando per la testa dell’ultimo arrivato non sempre è una cosa semplice e nei momenti in cui scoppia in un pianto disperato, trovare la strada per riportarlo alla calma può diventare un’impresa ardua. Superati i primi mesi in cui il pianto è associato al soddisfacimento dei bisogni primari, nei periodi successivi sono tante le variabili – anche emozionali – che entrano in gioco.

Tra gli strumenti che si associano al raggiungimento di tale scopo, compare il barattolo della calma. Spesso proposto come una soluzione miracolosa in grado di calmare i bambini nel momento del bisogno, il barattolo della calma è in realtà uno strumento che si può utilizzare per aiutare il bambino a ritrovare l’equilibrio nei passaggi più difficoltosi della gestione delle sue emozioni. Questo barattolo di vetro, che contiene colla e una miscela di acqua colorata con dei brillantini dovrebbe, grazie al movimento dei brillantini appunto, favorire il ritorno a uno stato di calma di un bambino che sta attraversando una crisi emotiva, aiutandolo a regolare le proprie emozioni. Affidarsi esclusivamente a questo strumento è chiaramente una forzatura, in quanto riportare alla calma un bimbo dopo un momento di crisi è un processo più complesso. Pensare che il barattolo della calma possa sopperire a questo processo, rischia di portare sulla strada sbagliata.

Per ritrovare la tranquillità, come detto, può essere un aiuto, se inserito all’interno di una serie di comportamenti: quando il bambino è in piena crisi fisica ed emotiva il primo passo è cercare di riparare la de-regolazione emotiva che si è manifestata. Non è questo il momento di impartire insegnamenti o fargli capire cosa è successo, piuttosto può aiutare abbracciare il bambino “contenendo” le sue emozioni. Il barattolo della calma può essere usato in questo frangente, scuotendolo per far muovere i brillantini e osservandolo insieme al piccolo, magari abbinando esercizi di respirazione: rallentare gradualmente il respiro proprio come rallenta il movimento dei brillantini. Questa pratica, se ripetuta con costanza, può aiutare a favore il rilassamento creando un momento di connessione in cui si ristabilisce il dialogo e si impartiscono gli insegnamenti necessari.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1
    Educazione

    Bimbi resilienti
    a casa e a scuola

    Anche per i bambini, infatti, coltivare la resilienza è importantissimo per resistere alle «sfide» quotidiane con flessibilità e per rafforzare l’autostima.

  • 2
    Psicologia

    Affetto ricevuto
    e personalità

    Il modo in cui ogni essere umano si relaziona con amici e partner tende a ricalcare il contesto familiare che ha vissuto durante gli anni di infanzia.

  • 3
    Psicologia

    Bambini, affrontare
    il medico senza paura

    Quando il timore del dottore diventa una montagna invalicabile per i più piccoli, è importante aiutarli a superarla seguendo alcuni accorgimenti per tranquillizzarli.

  • 4
    Educazione

    La tecnologia
    nelle scuole ticinesi

    Nel caso della tecnologia in relazione alla didattica e all’educazione le domande sono molte, le premesse per una collaborazione proficua sono buone, ma occorre avere le idee chiare per iniziare questo percorso.

  • 5
  • 1