L’educazione

Bimbo sprecone?
Ecco due consigli

Bimbo sprecone? <br />Ecco due consigli
Da trattare con rispetto

Bimbo sprecone?
Ecco due consigli

Da trattare con rispetto

Responsabilità, autonomia, indipendenza. Sono questi i principali termini che vengono in mente quando si parla di paghetta. Per i più giovani, infatti, poter disporre di una somma periodica da parte dei genitori rappresenta una possibilità molto interessante, che consente di far fronte a molte piccole spese quotidiane e, al tempo stesso, sentirsi più maturi e responsabilizzati. Molto spesso, però, accade che i bambini non siano in grado di comprendere pienamente il valore del denaro che viene messo a loro disposizione, effettuando spese inutili e controproducenti.

Una lezione da imparare
Una lezione da imparare

Quello dei «bimbi spendaccioni» è un fenomeno comune, come sanno bene numerosi genitori. Avviene sovente, infatti, che i piccoli si lascino attirare da offerte commerciali ingannevoli o, ancora più spesso, dai suggerimenti degli amichetti, sperperando i soldi della paghetta per acquisti inutili, che verranno ben presto dimenticati e messi da parte.

Nel momento in cui i bambini rimangono senza denaro le soluzioni sono due: attendere che venga elargita la prossima mancia o, in alternativa, richiederla nuovamente ai propri genitori. La «palla», a questo punto, passa proprio agli adulti.

Scegliere di fornire un’altra paghetta ai bimbi non è certamente un comportamento adeguato: in tal caso, infatti, i ragazzini non riescono a comprendere pienamente le conseguenze delle proprie azioni e degli sprechi, consci che mamma e papà saranno sempre a loro disposizione con una nuova dose di denaro.

Il comportamento più adeguato, in queste situazioni, è quello di avere un confronto franco con i figli, evitando di essere troppo duri ma puntando, invece, sull’educazione finanziaria. Ciò significa che, se i piccoli sprecano i soldi della paghetta, i genitori hanno l’obbligo di spiegare loro come utilizzare al meglio i contanti, evitando però di colpevolizzare troppo i bambini. L’obiettivo finale è insegnare che, una volta adulti, il denaro dovrà essere trattato con rispetto. Questa lezione, se impartita bene, non verrà mai dimenticata.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Famiglia
  • 1