Le tecniche

Casa più ordinata
in cinque mosse

Casa più ordinata <br />in cinque mosse
Per dare una svolta non occorre essere di indole ordinata, ma sviluppare delle abitudini virtuose

Casa più ordinata
in cinque mosse

Per dare una svolta non occorre essere di indole ordinata, ma sviluppare delle abitudini virtuose

A chi non piacerebbe avere una casa sempre in ordine, con i propri oggetti perfettamente organizzati e pronti all’uso? Purtroppo con tutti gli impegni che ci assorbono quotidianamente non è sempre facile portare a termine questo compito, specie se in casa si è in molti. Si tende, infatti, a rimandare le pulizie al weekend, concentrando i propri sforzi in un’unica mattinata. L’unico risultato, spesso, è quello di porre rimedio in modo parziale al marasma presente tra le mura domestiche, con la conseguenza – reale e metaforica – di nascondere la polvere sotto il proverbiale tappeto. Ecco, dunque, una serie di consigli da seguire per affrontare il problema alla radice, evitando di accumulare disordine. Per dare una svolta non occorre essere di indole ordinata, ma sviluppare delle abitudini virtuose.

Il bello dell’essenzialità

Il primo comandamento di un buon organizzatore è quello di eliminare gli oggetti in eccesso. Il ragionamento che sta dietro questa dritta è molto semplice: meno cose si hanno e meno confusone si genererà. Specie quando si hanno dei bambini, infatti, giocattoli, vestiti e accessori cadono in disuso molto velocemente. Regalarli o donarli appena non interessano più ai ragazzi è un ottima abitudine.

A ogni oggetto la sua importanza

Un consiglio che si collega direttamente al precedente è quello di dare la giusta importanza agli oggetti. Solo così potremo disfarcene a cuor leggero una volta terminato il loro uso. Non tutto ciò che abbiamo ci serve davvero ed il nostro processo di smaltimento del superfluo deve partire proprio da qui.

Un posto per tutto

Altra norma da non sottovalutare è stabilire un posto per ogni cosa. Una volta resa partecipe tutta la famiglia di queste postazioni, trovare gli oggetti diventerà molto più semplice. Se, ad esempio, le chiavi di casa hanno un appendino apposito in entrata, appoggiarle e ritrovarle diventerà un’abitudine scontata. Certo, farlo con tutto ciò che si possiede è impossibile, ma ricavandosi un ritaglio di tempo ogni settimana questo compito richiederà davvero poco impegno: almeno per gli oggetti che usiamo più spesso.

Mai mischiare i diversi

Ricordiamoci sempre, inoltre, di non mischiare le cose. Se un cassetto è stato destinato agli accessori tecnologici, come prese elettriche e caricatori, non è il caso di riporvi anche altro. In questo modo quando si cercherà un cavo andremo a botta sicura. Viceversa, per le chiavi, sarebbe l’ultimo scomparto in cui guarderemmo.

Vietato procrastinare

Le piccole abitudini fanno la differenza. Per dare un’impronta di ordine alla propria camera si può, quindi, rifare il letto appena svegli. In questo modo l’intero ambiente apparirà sempre impeccabile anche ai nostri occhi e la tentazione di lasciare cartacce o oggetti in giro calerà in modo importante. È questo l’ultimo comandamento per una casa ordinata: mai procrastinare i propri interventi. Se si nota un oggetto in disordine o una pila di vestiti che si accumula bisogna intervenire immediatamente. È proprio lì, infatti, che nasce il disordine di cui vogliamo assolutamente disfarci.

Avviso ai genitori per camerette al top

Dai letti a cassettoni alla disposizione dei mobili: ecco i consigli per non avere una stanza dei bambini sempre a soqquadro

Bella e funzionale

Per una cameretta in ordine occorre scegliere l’arredamento non solo in base ai gusti estetici, ma anche alla funzionalità. Il primo consiglio è scegliere letti con cassettoni o box contenitori, per riporre vestiti, lenzuola e coperte. Conta molto anche la disposizione dei mobili. Il secondo suggerimento è infatti tenere quanto più separati possibili gli spazi dedicati ai vari momenti della vita del bambino – sonno, gioco, studio – per creare un ambiente armonioso.

Gli alleati dell’ordine

Un altro trucco per una cameretta in ordine è usare bauli portagiocattoli e ceste colorate, in cui «buttare» i giocattoli quando si deve sistemare. Il quarto passo è dotare le pareti di librerie e mensole: sopra non vanno solo libri, ma anche giocattoli e oggetti vari. Infine, ci sono soluzioni fantasiose che non solo contribuiscono all’ordine, ma stimolano anche la creatività dei più piccoli. Invece di fogli e pennarelli sparsi ovunque ci si può attrezzare con una grande lavagna a muro per permettere ai piccoli di disegnare.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Famiglia
  • 1