I trucchi

Ecco come gestire
smart working e figli

Ecco come gestire <br />smart working e figli
Lavorare da casa può rivelarsi un’impresa se si hanno dei bambini. La soluzione è organizzare gli spazi e intrattenerli con attività creative e piccole sfide quotidiane

Ecco come gestire
smart working e figli

Lavorare da casa può rivelarsi un’impresa se si hanno dei bambini. La soluzione è organizzare gli spazi e intrattenerli con attività creative e piccole sfide quotidiane

L’emergenza da Covid-19 ha rivoluzionato le nostre vite e, in particolare, il nostro modo di lavorare. Anche le aziende più restie al cambiamento hanno dovuto adattarsi e applicare le modalità di smart working. I vantaggi del telelavoro per i dipendenti sono innumerevoli, ma diverse sono anche le difficoltà, soprattutto quando si hanno una famiglia e dei figli. Anche i bambini, infatti, sono a casa da scuola e lavorare in loro compagnia può rivelarsi una vera impresa se non si ha nessuno che possa dare una mano. Niente paura: esistono piccoli trucchetti e strategie per coniugare lavoro e famiglia senza troppo stress.

Per prima cosa, è fondamentale organizzare gli spazi. Anche se si lavora da casa è importante trovare un angolo ordinato e comodo dove poter svolgere senza troppe distrazioni le proprie mansioni. I bambini devono capire che quella stanza o spazio della casa è off limits, per lo meno in alcune ore della giornata. Per questo è importante parlare apertamente con loro: superati i primi anni di vita, i piccoli sono molto più comprensivi e disponibili all’ascolto di quanto si pensi ed è possibile spiegare loro in tutta tranquillità che la mamma o il papà devono dedicarsi anche al lavoro.

A seconda della fascia d’età è importante poi trovare delle attività che li intrattengano mentre i genitori sono impegnati. La televisione e i dispositivi elettronici possono aiutare ma vanno impiegati con cautela, perché potrebbero rivelarsi poco salutari e non sempre educativi. Via libera ai film di animazione, anche se è sempre meglio ritagliarsi un po’ di spazio durante la giornata per guardarli insieme.

Per i più piccoli, le costruzioni sono il gioco ideale per stimolare la loro creatività e abilità. Anche il disegno, la pittura e le altre attività artistiche sono un buon modo per intrattenerli. È possibile stendere a terra una coperta o un tappetino e lasciarli creare e divertire in autonomia, controllandoli di tanto in tanto tra una pausa caffè e l’altra. Anche riordinare la stanza può trasformarsi in gioco. Un trucchetto è quello di presentarla come sfida, mentre la mamma o il papà lavorano, il bambino deve riordinare o portare a termine un compito: il primo che finisce (naturalmente lui) vince.

Per quanto le difficoltà non manchino, è bene comunque guardare al lato positivo della situazione. Lavorare da casa consente di trascorrere più tempo con la famiglia, anche soltanto durante la pausa pranzo o evitando gli spostamenti. È questa l’occasione per imparare a gestire al meglio le nostre giornate, trasformando piccole esperienze quotidiane in momenti di qualità.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1