I consigli

Fiducia nella coppia,
istruzioni per l’uso

Fiducia nella coppia, <br />istruzioni per l’uso
Per mantenersi fedeli serve sincerità ma anche pazienza, oltre che un certo grado di umiltà e consapevolezza

Fiducia nella coppia,
istruzioni per l’uso

Per mantenersi fedeli serve sincerità ma anche pazienza, oltre che un certo grado di umiltà e consapevolezza

L’osservanza reciproca da parte dei coniugi dei doveri derivanti dal matrimonio. Questa la definizione enciclopedica che si trova quando si cerca la parola “fedeltà”. Un sostantivo che una volta contestualizzato, secondo sociologi, medici specialisti, psicologi e terapeuti, è uno dei fattori primari delle relazioni umane. Questo perché la fedeltà implica anche stati d’animo e sociali come serenità, stabilità, tranquillità ma anche espressioni caratteriali e psicologiche come tenacia e consapevolezza. Essere sicuri della fedeltà del prossimo allontana anche lo stress. Nel partner la gelosia implica insicurezza e aggressività. La stessa cosa vale sul lavoro: un dipendente o un collega fedele non tradirà mai la fiducia riposta e l’azienda o l’ufficio potrà crescere senza scossoni.

Normalmente si parla di fedeltà nei rapporti di coppia e purtroppo non sono rari i casi in cui la fiducia viene tradita, sia idealmente che fisicamente. Per praticare adeguatamente la fedeltà occorre innanzitutto scegliere con cura a chi essere fedeli: è necessaria una certa affinità e un grande rispetto nell’altro. Non solo: per mantenersi fedeli serve sincerità ma anche pazienza, oltre che un certo grado di umiltà e consapevolezza. Dunque, dopo la fase dell’innamoramento è fondamentale non idealizzare eccessivamente sé stessi o l’altro. Bisogna essere ancorati alla realtà, evitando per di più facili promesse o impegni irrealizzabili. La delusione, altrimenti, potrebbe rivelarsi ancora più cocente.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1