Psicologia

Legami sani o tossici?
Ecco come distinguerli

Legami sani o tossici? <br />Ecco come distinguerli
Ci sono segnali chiari che aiutano a capire se una coppia sta vivendo un amore bello e costruttivo oppure distruttivo e squilibrato

Legami sani o tossici?
Ecco come distinguerli

Ci sono segnali chiari che aiutano a capire se una coppia sta vivendo un amore bello e costruttivo oppure distruttivo e squilibrato

Carl Gustav Jung, psichiatra e psicanalista svizzero, afferma che «l’incontro tra due personalità è come il contatto di due sostanze chimiche: se c’è una reazione, entrambe vengono trasformate». In una relazione, infatti, lo scambio di amorosi sensi tra i due partner va ad influenzare in modo pressoché invisibile, ma costante, la psicologia di entrambi.

Se lo scambio d’amore è sano ed equilibrato allora il legame si comporterà come una vigna: darà grappoli maturi e succosi. Ma se c’è squilibrio o si sente che qualcosa nell’animo «suona male» allora quella relazione si inaridirà trasformandosi in un deserto.

Ci sono segnali precisi che aiutano a capire se il rapporto che si sta vivendo è sano o tossico, un termine quest’ultimo forte, ma che ben descrive gli effetti nocivi che un amore malsano, manipolatore e violento provoca su chi subisce un partner problematico.

Il primo segnale è legato alla generosità: nessuna relazione durerà se non si basa su questo valore. Il vero amore è dare senza aspettarsi nulla in cambio. Ci vuole, poi, tempo e duro lavoro perché i due partner arrivino a «conoscersi». Se uno si prende cura dell’altro, ci si ispira a vicenda e si crescerà insieme. Se, invece, vi è il bisogno e l’ansia di cambiare il partner, la relazione finirà per sembrare una sorta di sfruttamento. È meglio evitare di rendere il partner l’oggetto delle nostre illusioni.

La comunicazione è essenziale e non ci devono essere cose non dette. Ma se ci si basa sui sensi di colpa per manipolare il dialogo, allora la relazione non è matura. Litigare, ad esempio, ha come funzione il confronto: una coppia che si ama non ha paura di scontrarsi su atteggiamenti o parole che hanno ferito. Una relazione tossica, invece, usa il litigio come un’arma per incastrare il partner e accusarlo di essere «sbagliato», portandolo in uno stato di ansia e scarsa autostima.

L’ultimo punto, e forse il più importante, è l’egoismo: se la relazione è sana, questo atteggiamento viene sostituito da un amore gratuito, che sa essere dono. È questo il parametro fondamentale per valutare la maturità del rapporto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1