Hobby

Lettura: una passione
che nasce da bambini

Lettura: una passione <br />che nasce da bambini
Spesso i più piccoli hanno bisogno solo di una piccola spinta per avvicinarsi al mondo dei libri

Lettura: una passione
che nasce da bambini

Spesso i più piccoli hanno bisogno solo di una piccola spinta per avvicinarsi al mondo dei libri

Non è raro incorrere nello stereotipo che vede i bambini come svogliati nei confronti della lettura. Fin dall’avvento dei primi videogiochi e della televisione, con il dolce richiamo dei suoi cartoni animati, si è fatta sempre più comune l’idea che i più piccoli abbiano abbandonato racconti e fiabe in favore di contenuti digitali. Si tratta, però, di un mito, più che di una realtà: secondo uno studio sulle attività culturali in Svizzera realizzato dal dipartimento federale dell’Interno, il tasso di lettura maggiore si ha fra le fasce di età più giovani mentre diminuisce con l’aumentare dell’età.

I più piccoli sono sensibili agli influssi letterari molto più di quanto si creda: per questo motivo spesso basta seguire qualche semplice accortezza per incoraggiarli ad appassionarsi al mondo dei libri. Innanzitutto, è sempre bene ricordare che videogiochi e cartoni animati non costituiscono un impedimento alla lettura. Anzi, insistere perché un bambino rimpiazzi questi passatempi con altri di natura più «intellettuale» potrebbe generare un effetto boomerang. È utile, invece, accompagnare i più piccoli in un percorso guidato con l’obiettivo di rendere la lettura un passatempo sempre più gradevole, partendo da testi di facile comprensione e grande fascino, come le fiabe lette con tono evocativo e coinvolgente da mamma e papà. Per un lettore in erba anche un audiolibro potrebbe essere una porta spalancata sul mondo della letteratura. Di solito questi prodotti sono facili da utilizzare e fruibili ovunque si abbia a disposizione una connessione internet.

Quel che è certo è che ad andare con il lettore, si impara a leggere! Questa buona abitudine, infatti, si apprende spesso in famiglia: è molto probabile che un bambino che cresce con genitori che amano i libri sviluppi già in tenera età una passione per la lettura, considerata come piacevole attività di svago. Con il tempo, i ragazzi abbandoneranno le favole lette ad alta voce e impareranno a orientarsi in autonomia verso il genere che sentono più vicino. Attenzione, però, a non condannare a priori le scelte letterarie degli adolescenti: se in gioventù i grandi classici non fanno presa, imporli non serve. Meglio, piuttosto, assecondare i gusti personali: non sentendosi giudicati, i ragazzi potranno appassionarsi più facilmente all’incantevole mondo della letteratura.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1