Coppia

Se il partner dice no
ai progetti per il futuro

Se il partner dice no <br />ai progetti per il futuro
Cosa fare se lui o lei preferiscono non pianificare la propria vita insieme? Bisogna trovare un punto d’accordo ma senza rinunciare ai propri desideri...

Se il partner dice no
ai progetti per il futuro

Cosa fare se lui o lei preferiscono non pianificare la propria vita insieme? Bisogna trovare un punto d’accordo ma senza rinunciare ai propri desideri...

Quando le cose con la propria dolce metà vanno bene viene naturale fare progetti per un futuro insieme. Ma a volte è proprio questa aspettativa a scatenare litigi e malumori. Non sempre infatti il partner ha intenzione di affrontare questo argomento. Una situazione che, se si protrae a lungo, può anche minare le fondamenta della coppia. Meglio allora intervenire prima che sia troppo tardi.

Come fare? Di certo non è facile e bisogna armarsi di calma, pazienza e non lasciarsi trascinare in litigi e recriminazioni. E soprattutto attivare il dialogo e l’ascolto. La prima cosa da fare è infatti parlare per capire qual è il problema. Le motivazioni possono essere molte, dall’essere poco sicuri della relazione fino alla paura dei cambiamenti o di un passo decisivo come il matrimonio: la risposta potrebbe essere anche difficile da digerire, ma conoscerla permetterà di non crearsi illusioni e di andare subito al centro della questione.

Mettersi in ascolto, naturalmente, vale anche per sè stessi. Ecco allora che bisogna prendersi uno spazio di riflessione per chiedersi cosa si desidera e perché, dove si vuole arrivare progettando un futuro di coppia e quali sono gli eventuali punti di mediazione che si possono trovare con il proprio partner. Avere le idee chiare permetterà di spiegarsi meglio con la propria dolce metà. Ma anche il modo in cui ci si confronta è fondamentale. L’importante è cercare di essere decisi e costruttivi con un confronto diretto e sincero e non uno scontro: meglio lasciare da parte eventuali accuse e ribadire che, se si pensa al futuro, è prima di tutto perché si crede di avere a fianco la persona giusta.

Non è detto che i risultati arrivino immediatamente dopo il primo confronto. Magari ci sarà bisogno di tornare sull’argomento. Lasciare del tempo al proprio partner per riflettere, ragionare e assimilare quello che è emerso è una tecnica efficace per ottenere una risposta ponderata, ovvero non dettata dall’ansia o dalla sensazione di essere pressati. Attenzione, però, a non ottenere il risultato opposto, ovvero di ritrovarsi in una sorta di limbo in cui una risposta precisa è continuamente rimandata da una scusa che suona come “ci sto ancora pensando sopra”. In questo caso è bene ricordare che le coppie sono composte da due persone che contano in egual modo e che non si possono mettere da parte totalmente i bisogni e i desideri dell’altro.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1
  • 2
    La passeggiata

    Meraviglie da salvare
    a Cevio Vecchio

    In Vallemaggia un labirinto di macigni forma grotte naturali che gli abitanti della regione hanno valorizzato ricavandone numerose cantine, in alcuni casi completamente interrate, note con il nome «grotti»

  • 3
    L’escursione

    Dalla «mugheta»
    ai laghi Chiera

    Della regione «Nei Pini»—vicino all’Alpe Chiera in Leventina—alcuni conoscono i dintorni, perché in settembre si va a raccogliere i mirtilli. Ma dietro alcune linee di alberi si nascondo un tesoro naturale

  • 4
  • 5
    Scienza

    Quando l’odore
    protegge il partner

    Da recenti ricerche scientifiche è emerso che il profumo del proprio compagno è in grado di far diminuire lo stress e aiuta anche a conciliare il sonno

  • 1