Coppia

Vivere relazioni online
tra rischi e opportunità

Vivere relazioni online <br />tra rischi e opportunità
Il web permette di coltivare rapporti poco impegnativi, ma al tempo stesso intriganti: occhio, però, ai profili fasulli

Vivere relazioni online
tra rischi e opportunità

Il web permette di coltivare rapporti poco impegnativi, ma al tempo stesso intriganti: occhio, però, ai profili fasulli

Trovare l’amore è un obiettivo che tutti noi, in qualche modo, ci poniamo nella vita. Non stupisce che il web, negli anni, sia diventato un punto di riferimento anche in quest’ambito, con chat e siti di incontri interamente dedicati. Di certo, come sa bene chi ha già provato a intraprendere una storia d’amore online, questo tipo di relazione può essere molto intrigante. Da una parte la nostra immaginazione tende a colmare in maniera stimolante tutti i vuoti che la comunicazione delle chat lascia, rendendo il mistero parte del gioco. Dall’altra, però, è sempre bene tenere gli occhi aperti per non incorrere in profili fake o nei cosiddetti «catfish», che adescano altre persone solo per metterle in imbarazzo o raggirarle.

Chi ha vissuto una storia d’amore virtuale sa bene quanto possa essere divertente. Non a caso uno studio sulla genesi delle relazioni – citato nel libro «Digital Love», di Raimondo Aiello, Rossella Dolce e Fiorenzo Pillai – mostra come il 23% delle relazioni eterosessuali oggi nasca online. Questo tipo di rapporti si basa molto sul non detto e sulla fantasia. L’ideale per chi è stufo della monotonia quotidiana oppure è troppo timido per iniziare una relazione di tipo tradizionale.

Si tratta, in altre parole, di amori comodi, che è possibile coltivare dal divano di casa. Si è al riparo da sguardi indiscreti e da imbarazzi. Contemporaneamente, però, si può essere molto più schietti di quanto talvolta si sarebbe a quattr’occhi. Un fatto da non sottovalutare, specie per chi fatica ad imporsi nelle relazioni. Le chiacchierate non mancano, e per chi sa come esprimersi per iscritto, anche le fantasie si sprecano.

Allo stesso tempo, però, chi inizia una relazione online deve dire addio a gran parte del romanticismo, per lo meno quello fisico. Niente più corteggiamenti a suon di sguardi, baci e carezze. Alla lunga può risultare difficile tenere in piedi la magia del rapporto, continuando a non incontrarsi di persona.

Il bisogno di essere amati, dal punto di vista psicologico, è una certezza già dai tempi di Freud. Rispetto ad un secolo fa, gli amori online hanno il mezzo per raggiungere questo appagamento. Applicazioni dedicate, sempre più popolari, favoriscono la cosiddetta cultura dell’«hooking up», ovvero del sesso occasionale. Un fenomeno che di certo esisteva anche prima, ma che attraverso il web aumenta il rischio di episodi poco piacevoli. Le motivazioni che si nascondono dietro i «catfish» sono le più svariate, dal tentativo di estorcere denaro al semplice cyber-bullismo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Famiglia
  • 1