Regali di Natale

Con Bisbino metti sotto l’albero i prodotti
del territorio

Con Bisbino metti sotto l’albero i prodotti <br />del territorio

Con Bisbino metti sotto l’albero i prodotti
del territorio

Dici Gin Bisbino e pensi a quella bevanda là, che ha avuto nei monaci – com’è accaduto per molte miscele alcoliche – i primi genitori, nell’intuito degli olandesi il propulsore per uno sviluppo che è stato poi consolidato e perfezionato dagli inglesi. Ebbene, attorno al gin negli ultimi anni è maturato un fermento intenso, tanto che qualcuno afferma che questa bevanda stia vivendo un suo Rinascimento.
E così ecco che il gin è arrivato anche in Ticino, grazie all’intuito e alla passione di Martino Mombelli, Giona Meyer, Rupen Nacaroglu e Damiano Merzari, che nel 2016 decisero di dar vita al primo gin ticinese. I quattro hanno scelto Sagno e le montagne della Valle di Muggio come loro casa e come punto di riferimento della loro iniziativa, aprendo la società, nel 2019, all’ingresso di un nuovo socio nella persona di Carolina Valsangiacomo.

Il gruppo dei giovani imprenditori che danno vita alla Bisbino sagl
Il gruppo dei giovani imprenditori che danno vita alla Bisbino sagl

Quando si dice Bisbino Sagl si parla dunque di una società ticinese, ben radicata sul territorio, ma soprattutto attenta ad utilizzare i prodotti del territorio. Le bevande che, una dopo l’altra, si sono aggiunte al gin, sono tutte naturali e certificate biologiche. Nascono grazie al meticoloso lavoro che Martino Mombelli esegue sui suggestivi giardini storici di Sagno, dove coltiva le erbe, le radici e le infiorescenze che andranno a fare parte delle ricette alla base delle bevande contenute nel paniere della Bisbino Sagl.
La scelta di produrre localmente in collaborazione con realtà attive sul territorio s’inserisce in una prospettiva di economia e di consumo responsabile. In questo contesto il piccolo progetto agricolo portato avanti da Bisbino, in un‘ottica di sviluppo sostenibile, si può ben dire che abbia un forte valore aggiunto.

La produzione della Bisbino sagl promuove i prodotti del territorio, naturali e certificati biologici
I giardini di Sagno, dove Martino Mombelli coltiva le erbe, le radici e le infiorescenze alla base dei prodotti della Bisbino sagl
I giardini di Sagno, dove Martino Mombelli coltiva le erbe, le radici e le infiorescenze alla base dei prodotti della Bisbino sagl

Nel momento in cui stiamo pensando a come organizzare il nostro Natale e a come rendere felici amici e parenti a cui vogliamo fare un regalo, dare un’occhiata alla boutique della Bisbino Sagl può essere una buona idea. Prodotti a km zero, di qualità ineccepibile e frutto di una lavorazione della terra eseguita in modo sostenibile.
La Bisbino Sagl ha allungato lo sguardo oltre i confini della propria produzione, alleandosi con altre realtà produttive del territorio per dar vita a interessanti variazioni di prodotti già conosciuti. Per esempio la fondue al formaggio, che grazie ad una combinazione di formaggi svizzeri rigorosamente bio di Formaggiusto - azienda specializzata nella vendita di preziosi caci a Torricella-Taverne – e del noto Gin Bisbino darà vita ad una fondue piacevolmente aromatizzata pronta da versare nel vostro caquelon. Ma anche il rinomato Zincarlin della Valle di Muggio, e non poteva essere altrimenti, è stato associato al famoso gin ticinese, diventando così un... Gincarlin. E persino il paté realizzato della Terrani Carni di Sorengo, è stato rivisto e... corretto con aggiunta di gin.
Il potenziale cliente ha solo l’imbarazzo della scelta: sul portale shop.bisbino.ch può comporre il proprio regalo assemblando i prodotti che più lo convincono (compresi i famosi gin e tutte le bevande prodotte dalla società evidentemente), redigere un proprio messaggio che l’azienda inserirà in un elegante pacco regalo affidato a Planzer Pacchi per la distribuzione in tutta la Svizzera.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Gusto
  • 1