Benessere

Frutta disidratata:
spazio a energia e fibre

Frutta disidratata: <br />spazio a energia e fibre
È un’idea perfetta per uno spuntino o per chiudere in dolcezza il pranzo e la cena. Tanti anche i prodotti esotici, come cocco, ananas e banana

Frutta disidratata:
spazio a energia e fibre

È un’idea perfetta per uno spuntino o per chiudere in dolcezza il pranzo e la cena. Tanti anche i prodotti esotici, come cocco, ananas e banana

C’è chi la mangia a fine pasto e chi la consuma come snack a metà pomeriggio: la frutta secca polposa, o disidratata, è un modo per chiudere il pranzo o la cena in dolcezza oppure un’ottima idea «spezza fame». Ma è anche un cibo ricco di proprietà nutritive, perfetto per uno spuntino equilibrato.

Ma quali alimenti rientrano in questa categoria? La frutta disidratata è quella a cui è stata tolta gran parte del suo contenuto d’acqua attraverso specifiche tecniche di essiccazione. Con questo procedimento i cibi mantengono i loro principi nutritivi e si conservano più a lungo rispetto agli alimenti freschi. La frutta secca polposa si contraddistingue per l’alto contenuto di zuccheri – meglio evitare dunque i prodotti canditi – tuttavia l’impatto glicemico risulta contenuto grazie all’elevata quantità di fibre. Quasi assenti, invece, i grassi. Inoltre è ricca di sali minerali e vitamine. Un giusto mix, che dona energia e slancio: per questo è perfetta anche per la colazione, così da iniziare la giornata con il giusto sprint. Come per ogni altro cibo, attenzione agli eccessi: si consiglia di non superare i 30 grammi al giorno.

La frutta disidratata comprende sia prodotti comuni nel nostro continente che esotici. Tra i primi si ricordano le albicocche, ricche di potassio e betacarotene, valido alleato della salute della pelle. Un grande classico sono le prugne secche, che si contraddistinguono per la presenza di vitamina A e, ancora una volta, betacarotene, entrambe sostanze antiossidanti. Inoltre svolgono una funzione disintossicante e facilitano la funzionalità dell’intestino.

Gustosa e invitante, l’uva passa (solitamente uva sultanina essiccata) si caratterizza per il contenuto di potassio, fosforo, magnesio, calcio e resveratrolo. Quest’ultimo è un prezioso antiossidante a cui sono state associate proprietà antinfiammatorie e antitumorali, oltre ad avere la capacità di ridurre il colesterolo nel sangue. I datteri contengono magnesio, potassio, fosforo e vitamine: la A aiuta a proteggere la vista e svolge un ruolo protettivo contro il cancro ai polmoni, mentre la B è un’alleata del metabolismo.

Tra i prodotti esotici essiccati si ricordano poi la papaya (che può diventare l’ingrediente per un delizioso frullato insieme a pesca e menta) e l’ananas (ottima, assieme ad albicocche e zenzero, per dare vita ad una composta semplice e originale). Delizioso anche il cocco disidratato, che conserva le proprietà del frutto secco, e la banana, dal sapore inconfondibile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Gusto
  • 1