La ricetta

Passione Flammkuchen
Pere, gorgonzola e noci

Passione Flammkuchen <br />Pere, gorgonzola e noci
Semplice spuntino o pasto completo, il Flammkuchen non delude mai

Passione Flammkuchen
Pere, gorgonzola e noci

Semplice spuntino o pasto completo, il Flammkuchen non delude mai

Passione Flammkuchen <br />Pere, gorgonzola e noci

Passione Flammkuchen
Pere, gorgonzola e noci

Il mio primo incontro con il Flammkuchen narra di una delusione. Mattinata sulle piste da sci, temperatura stimata? Meno 15 gradi. Piedi? Li vedevo, ma non rispondevano più ai comandi da quanto erano congelati (abbiate pazienza, ai tempi non esistevano ancora gli scarponi riscaldati, gli scaldapiedi o le solette calde, al massimo si sarebbero potuti inserire degli spessi scaldamani bollenti, ma a quel punto nello scarpone entravano o loro o il piede...nel dubbio, si inseriva il piede). Naso che sfidava i piedi: ibernato pure lui. Bocca? Pressoché paralizzata dal gelo. Entriamo al calduccio al ristorante (uno nel quale personalmente non mi fermavo mai, però i miei amici lo conoscevano bene). “Flammkuchen per tutti?”. Con un filo di voce riuscii solo a chiedere cosa fosse (a mia discolpa posso dirvi che ero poco più che adolescente). Mi dissero “Ma sì dai, è qualcosa tipo una pizza”. Pizza? Non avrei potuto chiedere di meglio. E dunque sì, Flammkuchen sia. Faccio un inciso: quando ordino qualcosa al ristorante, me lo immagino, lo pregusto...e se mi portano qualcosa di diverso, o che non corrisponde alle mie aspettative, non è che mi arrabbi...ci rimango proprio male. Detto ciò, arrivò il tagliere. Va bene, non eravamo di certo a Napoli, ma una pizza senza pomodoro, senza mozzarella, e con i bordi piatti come un foglio di un qualsiasi block notes, non potevo tollerarla. Così rimasi ferma a contemplare questo piatto che mi avevano spacciato per pizza, ed invece non era nemmeno una sua lontana cugina. Ma la fame, si sa, ti fa guardare oltre le apparenze. E così mi misi il cuore in pace e assaggiai questa specie di sfoglia con una cremina bianca e dadini di speck. Fu in quel preciso momento che la capii che, a volte, la realtà poteva superare le aspettative e che da una prima, iniziale, delusione...poteva nascere una grande passione. In questo caso, passione Flammkuchen.

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 12 minuti circa

Ingredienti

1 rotolo di pasta per Flammkuchen

150 grammi di crème fraîche

2 piccole pere

150 grammi di gorgonzola

Una manciata di noci

Pepe fresco q.b.

Procedimento

Premetto che a volte l’impasto del Flammkuchen lo faccio io, ed è pure semplice da fare. Oggi per comodità vi ho messo tra gli ingredienti la pasta già fatta che trovate nei negozi, ed è molto buona comunque. Così ci togliamo l’impegno di impastare e la ricetta sarà davvero facile e veloce. Dunque, iniziate accendendo il forno ventilato a 220 gradi. Spalmate la crème fraîche sulla sfoglia lasciando ovunque un bordo di 1 cm. Lavate e tagliate le pere a fette di qualche millimetro (in verticale), e disponetele sulla sfoglia. Tagliate il gorgonzola e cubetti e sparpagliatelo un po’ ovunque (non sopra alle pere). Spezzettate le noci, sistematele sopra agli altri ingredienti e ultimate con un po’ di pepe macinato al momento.

Cuocete per circa 12-15 minuti (controllate che il fondo sia ben cotto) e servite subito.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Articoli suggeriti
Ultime notizie: Gusto
  • 1