La ricetta

Sedano rapa, vellutata
depurativa e saporita

Sedano rapa, vellutata <br />depurativa e saporita
Con l’aggiunta delle mele (sì, mele!) e guarnita con qualche gheriglio di noce: una vera delizia ...e anche un bel vedere!

Sedano rapa, vellutata
depurativa e saporita

Con l’aggiunta delle mele (sì, mele!) e guarnita con qualche gheriglio di noce: una vera delizia ...e anche un bel vedere!

Sedano rapa, vellutata <br />depurativa e saporita

Sedano rapa, vellutata
depurativa e saporita

Partiamo dal presupposto che, sebbene oggi io adori tutti i tipi di ortaggi e affini, non è mica sempre stato così. Da piccolina non mi allontanavo mai dal mio amato duo composto da carote e fagiolini. Eventualmente qualche foglia di insalata, qualche pomodorino, ma tutto il resto era lontano anni luce dai gusti decisamente fanciulleschi delle mie papille gustative. Poi però ci sono cascata, i trucchi hanno ingannato pure me. E così sotto una valanga di besciamella potevo tollerare il cavolfiore, sotto una coltre spessa di formaggio fuso apprezzavo i finocchi e, udite udite, con il trucco dei trucchi iniziai a mangiare anche il sedano rapa. Come? Come fosse una cotoletta. Tagliato a fettine, passato nell’uovo e nel pangrattato, e fritto a puntino. E così, un trucco tira l’altro, ora mangio pure i cavoletti di Bruxelles (che in tempi non sospetti non avrebbero proprio avuto senso di esistere alle mie latitudini). Ma tornando al sedano rapa, ingrediente principe della ricetta di oggi, voglio elogiarlo un pochino. Anche perché, con tutto rispetto, l’aspetto non è proprio il suo punto forte. Ma visto che non bisogna mai lasciarsi ingannare dalle apparenze, vi informo che il suo sapore è davvero delicato, ed ha pure delle buone proprietà diuretiche e depurative. Carico di minerali, contiene inoltre una buona fonte di vitamine A, B e C. Certo, se vogliamo che le proprietà depurative possano agire al meglio, magari sarebbe meglio non optare per la sua versione impanata, ma piuttosto quella che vi propongo oggi. Da grande amante di frutta e verdura, mi piace abbinarli e scoprire nuovi sapori, infatti la vellutata di oggi è un piatto davvero particolare dove a mio avviso non ci sono note stridenti. Insomma, una valida alternativa al classico passato di verdure.

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Ingredienti (per due persone)

200 grammi di sedano rapa (sbucciato e tagliato a dadini)

200 grammi di mele gala (sbucciate e tagliate a dadini)

1 cucchiaio di burro

1 cucchiaino di curry

4 dl di brodo vegetale

2-3 cucchiai di panna

Qualche gheriglio di noce

Fettine di mela per decorare

Procedimento

Fate sciogliere il burro in una pentola di medie dimensioni, fatevi rosolare le mele ed il sedano rapa mescolando in continuazione. Aggiungete il curry, sempre mescolando e poi aggiungete il brodo vegetale. Portate a bollore, fate cuocere un paio di minuti e poi diminuite la temperatura. Fate cuocete a fuoco medio una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto. Quando il sedano e le mele saranno morbide, togliete la pentola dal fuoco e fate raffreddare leggermente prima di trasferire il tutto in un frullatore. Iniziate frullando il sedano e le mele con la metà del brodo, e aggiungetelo man mano finché non otterrete la consistenza desiderata. Aggiungete qualche cucchiaio di panna, frullate ancora velocemente ed impiattate la vellutata. Decorate con qualche gheriglio di noce spezzettato è leggermente tostato in padella (senza aggiunta di grassi), e qualche fettina di mela tagliata molto sottile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Gusto
  • 1