Kengo Kuma - L’architettura del tempo

LEADERSHIP INTERVIEWS

In movimento con Rolex e Grand Seiko, il Maestro riflette sulle sue ispirazioni

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

Kengo Kuma - L’architettura del tempo
/ Purezza visiva

Kengo Kuma - L’architettura del tempo

/ Purezza visiva

Kengo Kuma è uno dei giganti dell’architettura contemporanea. Eppure, a differenza di ciò che comunica il cliché dell’archistar, in lui non c’è traccia di hybris. Nella sua personalità come nei suoi lavori – anche nei più grandiosi, come il nuovo Stadio Nazionale di Tokyo, simbolo dei prossimi Giochi Olimpici – non vi è alcun gigantismo, non traspare alcuna volontà di affermazione, alcuna prevaricazione, piuttosto un esistere e un generare allo stesso ritmo della natura, penetrati da essa. Il suo progettare, apparentemente senza sforzo, sembra realizzare l’Hishiryo, il non-pensato, illuminazione che illumina se stessa.

L’eco decostruttivista e quasi monastica non è solo connaturata al pensiero del Maestro – autore del libro L’Anti-oggetto. Dissoluzione e disintegrazione dell’architettura (2008)...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Hub
  • 1

    Hi-end elvetico fra artigianalità e alta tecnologia

    HUB

    Benvenuti nel tempio del piacere. Tra metalli nobili, chassis in alluminio torniti dal pieno, sapienza artigianale e componenti iperselezionati. Avrete la sensazione di una performance dal vivo dove ogni dettaglio è presente con una perentorietà mozzafiato. In Svizzera si può allestire, dalla testina per i vinili al diffusore, una catena audio completa: convertitori, amplificatori e anche speciali depuratori per la corrente elettrica. Ecco lo Swiss sound, la Bibbia del bon son dove la riproduzione artificiale diventa esperienza sonora e orgoglio identitari. «Made in Switzerland» è un vanto anche per l’audio, come per l’orologeria di lusso.

  • 2

    The excellence of Swiss innovation and design

    HUB

    Welcome to the temple of pleasure. Among noble metals, an aluminIum chassis spun from solid craftsmanship and hyper-selected components. You will have the feeling of a live performance where every detail is present with breathtaking firmness. In Switzerland, a complete audio chain can be set up, from the vinyl head to the loudspeaker: converters, amplifiers and even special purifiers for electricity. Welcome to the world of Swiss sound.

  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1