Stabili comunali, non solo casa Cattaneo

Il mio comizio

La parola a Pierre Pellegrini, candidato per l’UDC al Municipio e al Consiglio comunale di Capriasca

Stabili comunali, non solo casa Cattaneo
© Pierre Pellegrini

Stabili comunali, non solo casa Cattaneo

© Pierre Pellegrini

Durante questa legislatura, oramai finta, il Municipio ha inoltrato a tutti i consiglieri comunali un documento molto interessate sulle prospettive dei circa 30 stabili di proprietà del Comune di Capriasca. I vari gruppi politici si sono poi espressi con visioni diverse sul futuro di questi stabili.

Noi, come UDC Capriasca, puntiamo ad acquisire lo stabile ARL per insediarvi i vari servizi comunali ora sparsi in vari edifici. Probabilmente verremo criticati per essere Tesserete-accentratori, ma, siccome il nostro scopo è ottimizzare i servizi e risparmiare risorse, questa è l’unica strada valida.

Manca nel nostro Comune, che ricordiamo essere il secondo più popoloso del Luganese ed il sesto del Ticino, un magazzino comunale idoneo per i nostri collaboratori che attualmente sono distribuiti in vari stabili. I dipendenti dell’UTC sono la nostra squadra e meritano una struttura confacente.

Oltre al magazzino comunale, vogliamo inserire anche altri servizi come la polizia, gli uffici dell’arena sportiva e dedicare alcuni spazi ai nostri artigiani e carristi che si occupano di carnevale.

Sicuramente costruire uno stabile nuovo, con una progettazione ad hoc, sarebbe molto più funzionale, ma oggi disponiamo già di questo immobile. Un cubo bianco che abbiamo il dovere di valorizzare nell’interesse pubblico. Facciamo di necessità virtù.

Con questa unificazione di servizi andremo a dismettere alcuni stabili: cosa vogliamo farne?

UDC Capriasca prima di tutto vuole elaborare una pianificazione. Lo scopo è tenere solo le strutture che servono al Comune e fornire degli spazi alle associazioni operanti nella Pieve.

Tutti gli immobili che rimarranno di proprietà del Comune, dovranno essere sottoposti ad investimenti, anche importanti, per garantire anche in futuro il loro valore e adeguatezza per i diversi scopi.

Per sostenere questi investimenti, dotarci finalmente di un nuovo stabile multiservizi e di una seconda palestra per le scuole, dobbiamo alienare alcuni oggetti che il mercato immobiliare richiede, ed in Capriasca non sono sicuramente gli spazi amministratiti ad essere richiesti.

La nostra strategia sugli stabili comunali è chiara, se l’elettorato di Capriasca ci darà fiducia, noi la porteremo avanti.

Pierre Pellegrini, candidato per l’UDC al Municipio e al Consiglio comunale di Capriasca

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Il mio comizio
  • 1

    Idiozie elettorali

    Il mio comizio

    La parola a Renato Tami, candidato per l’UDC al Municipio e al Consiglio comunale di Massagno

  • 2

    Agire uniti per vincere tutti

    Il mio comizio

    La parola a Germana Carbognani Baschier, candidata sulla lista «ONDA ROSSA - PS & sinistra indipendente - GISO – PC» al Consiglio comunale di Capriasca

  • 3
  • 4

    Coldrerio val bene un volantino

    Il mio comizio

    La parola a Francesco Galetta, candidato sulla lista Coldrerio Rossoverde al Municipio e al Consiglio comunale di Coldrerio

  • 5
  • 1
  • 1