Vezia quo vadis?

Il mio comizio

La parola a Luca Barberis, candidato per il PLR al Municipio e al Consiglio comunale di Vezia

Vezia quo vadis?
© Luca Barberis

Vezia quo vadis?

© Luca Barberis

Dopo una lunga e prolungata legislatura, si devono fare le proprie considerazioni e tirare le somme del proprio operato.

Per la gioia di taluni e lo sconforto di altri, dopo attenta analisi di quanto fatto e non avendo ancora terminato ciò che ho iniziato, sono pronto a rilanciare una nuova candidatura per cercare una riconferma in seno al Municipio per un nuovo mandato, sperando che tutte le cittadine e i cittadini di Vezia possano apprezzare i diciassette anni di impegno a favore del Comune e dell’intera popolazione.

La prossima legislatura dovrà esser ponderata sulla progettualità e sulla visione di Vezia tra 20 anni, mettendo idee sul tavolo del Municipio e, come semi, facendole germogliare e diventare piante forti e ben radicate.

Idee come quella di creare un pre- e un doposcuola, riorganizzandone gli orari d’entrata ed di uscita, scuola dell’infanzia compresa, oppure sviluppare maggiormente una comunicazione attiva con la popolazione.

O ancora, l’idea di attrarre persone fisiche e/o giuridiche attraverso lo strumento del marketing territoriale e molto molto altro.

Questi progetti sono tutti fattibili e potrebbero anche non costare nulla all’amministrazione comunale, ma darebbero tantissimo agli abitanti di Vezia.

Altri progetti da dover concretizzare nella legislatura a venire potrebbero essere la valorizzazione della zona del centro sportivo alla Monda; un primo passo è stato fatto, ma a ben guardare il centro non ha nessuna attrattività, non vi sono quei contenuti che possano farlo vivere quotidianamente da parte della nostra popolazione o del residente dei comuni limitrofi che va nella zona per far passeggiare il proprio cane.

Abbiamo bisogno di innovazione e slancio, non di municipali riluttanti al cambiamento e fermi al palo su decisioni prese un decennio fa, senza che queste possano essere rimesse in discussione. Esempio ne è la bocciatura del legislativo del messaggio municipale relativo alla pianificazione dell’arteria cantonale che divide Vezia: questo dossier doveva esser ripreso e sviluppato sulla base di nuove idee, nuovi contenuti per lo sviluppo di questa zona e non basarsi su riluttanze e visioni miopi frutto di paure, ideologismi e convinzioni personali.

Vezia deve stare al passo coi tempi e quindi deve crescere, puntando alla digitalizzazione dei servizi comunali e dei suoi organi. Come municipale, assieme al collega Piva, abbiamo richiesto di avere un’agenda condivisa online, ma ci sono voluti due anni per ottenerla e nostro malgrado ad oggi è utilizzata e aggiornata con solo un quinto degli appuntamenti, risultando pertanto priva di utilità.

Durante questa pandemia, il Municipio non ha fermato il suo lavoro e anche nei mesi del lockdown si è continuato con la seduta municipale in presenza, senza adottare nessun mezzo alternativo per potervi partecipare, come ad esempio una semplice seduta online; anche dopo diverse sollecitazioni non c’è stato verso di cambiare la situazione.

Questo per dire che l’immobilismo e la reticenza sono solo la punta dell’iceberg della mancanza di attenzione al futuro, alla progettualità vera, quella tangibile che merita Vezia e tutta la sua popolazione.

Ben venga quindi il cambiamento in seno all’esecutivo, nuove persone, nuove teste, nuove idee, nuovi approcci.

Luca Barberis, candidato per il PLR al Municipio e al Consiglio comunale di Vezia

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Il mio comizio
  • 1
  • 1